Ramlat al-Sab'atayn

Il Ramlat al-Sab'atayn (in arabo: رملة السبعتين‎, ossia "Deserto al-Sab'atayn") è una regione desertica dello Yemen centro-settentrionale. Esso ospita per lo più dune sabbiose che coprono un'area di circa 60 x 150 miglia, ossia quasi 10.000 km².[1]

L'area include parti di quello che i geografi arabi definivano Ṣayhad.

Esso si estende da al-Khawr al deserto del Rubʿ al-Khālī (Quarto Vuoto). Fa parte delle Muḥāfaẓat (governatorati) di al-Jawf, Ma'rib e di Shabwa.

Tra gli anni novanta e i primi del XXI secolo, in esso agì proficuamente una missione archeologica italiana, guidata dal prof. Alessandro de Maigret dell'Università degli studi di Napoli "L'Orientale".

NoteModifica

BibliografiaModifica

Alessandro de Maigret, The Sabaean Archaeological Complex in the Wādī Yāla (Eastern Ḫawlān aṭ-Ṭiwāl – Yemen Arab Republic). Roma, IsIAO, 1988.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica