Retroflessione uterina

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Retroflessione uterina
Retroverted uterus in pregnancy.png
SpecialitàGinecologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM621.6
ICD-10N85.4
MeSHD060725

La retroflessione uterina è una posizione anomala dell'utero in cui il corpo dell'organo è ripiegato all'indietro su sé stesso all'altezza dell'istmo cervicale e del segmento inferiore dell'utero.

La condizione non ha alcun significato clinico, non impedisce il concepimento e non influisce negativamente sulla evoluzione della gravidanza.

All'esame vaginale con lo speculum, la condizione può essere sospettata in base allo spostamento in avanti della cervice nella cavità vaginale.

CauseModifica

Nella maggior parte dei casi, l'utero retroflesso è una normale variazione presente dalla nascita.[1] Ci sono altri fattori, tuttavia, che possono causare la regressione dell'utero.

DiagnosiModifica

L'utero retroflesso è diagnosticato tramite un esame pelvico di routine o con un'ecografia interna.[2]

Fertilità e gravidanzaModifica

 
Le informazioni riportate hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà garanzia di validità dei contenuti: leggi le avvertenze.

Raramente, l'utero retroflesso può essere dovuto a malattie come l'endometriosi, infezioni o interventi chirurgici. Sono tali condizioni, e non la posizione dell'utero stesso, a ridurre la fertilità in alcuni casi.[3] Di solito l''utero si sposta verso il centro del bacino durante la decima o la dodicesima settimana di gravidanza. Raramente (da 1 a 3000 a 8000 gravidanze) l'utero retroflesso provoca minzione dolorosa e difficile e può causare ritenzione urinaria. Il trattamento di questa condizione include l'antiversione manuale dell'utero e di solito richiede il drenaggio intermittente o continuo della vescica fino a quando il problema non viene risolto o si risolve spontaneamente per l'ingrandimento naturale dell'utero. Oltre all'antiversione manuale e al drenaggio della vescica, il trattamento della ritenzione urinaria dovuta all'utero retroflesso può richiedere l'uso di un pessario o persino un intervento chirurgico, ma spesso è sufficiente che donna incinta dorma sullo stomaco per un giorno o due, per consentire al utero retroflesso di spostarsi in avanti.[4]

Se l'utero non si riposiziona, viene detto persistente .

NoteModifica

  1. ^ Retroverted Uterus: What it is & How it Affects Pregnancy, su www.womens-health.co.uk. URL consultato il 7 ottobre 2019.
  2. ^ A Clinical Guide for Retroverted Treatment and Diagnosis Information, su A Clinical Guide for Retroverted Treatment and Diagnosis Information « Bulky Uterus and Other Problems, 18 febbraio 2013. URL consultato il 7 ottobre 2019.
  3. ^ (EN) Tilted uterus: Can it lead to infertility?, su Mayo Clinic. URL consultato il 7 ottobre 2019.
  4. ^ Mary P. FitzGerald e Scott Graziano, Anatomic and functional changes of the lower urinary tract during pregnancy, in The Urologic Clinics of North America, vol. 34, nº 1, 2007-2, pp. 7–12, DOI:10.1016/j.ucl.2006.10.007. URL consultato il 7 ottobre 2019.

Altri progettiModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina