Rima equivoca

In poesia, la rima equivoca è una rima tra due parole uguali in scrittura, ma con contenuto semantico differente.

Si consideri, ad esempio, il secondo e terzo verso della sirma della prima stanza della canzone di Guittone d'Arezzo Ora parrà s'eo saverò cantare:

«(Ch'ad om tenuto saggio odo contare)
che trovare - non sa, né valer punto
omo d'Amor punto»

(Guittone d'Arezzo. Ora parrà s'eo saverò cantare, vv.5-7)