Apri il menu principale

Riserva naturale Valle Imperina

riserva naturale statale della provincia di Belluno
Riserva naturale Valle Imperina
Tipo di areaRiserva Naturale Biogenetica
Codice WDPA31088
Codice EUAPEUAP0162
Class. internaz.RBE - SIC - ZPS
StatiItalia Italia
RegioniVeneto Veneto
ProvinceBelluno Belluno
ComuniRivamonte Agordino
Superficie a terra237 ha
Provvedimenti istitutiviDMAF 20/12/1975
GestoreCorpo Forestale dello Stato - Gestione Beni ex A.S.F.D.
Mappa di localizzazione

Coordinate: 46°14′42.25″N 12°02′17.99″E / 46.24507°N 12.03833°E46.24507; 12.03833

La Riserva naturale Valle Imperina è una area naturale protetta nella provincia di Belluno, solcata dal torrente omonimo, istituita nel 1975. Fa parte del Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

FloraModifica

È quasi completamente coperta da una fitta vegetazione caratterizzata dal pino mugo.

Luoghi d'interesseModifica

La minieraModifica

Fino al secolo scorso l'economia della zona era strettamente legata alla miniera di rame - e in piccole quantità di argento - presente nel territorio. La miniera era comunque sfruttata già nel XV secolo e particolarmente nell'epoca della Serenissima.Per secoli dunque il lavoro in miniera ha rappresentato per gli agordini un'alternativa importante all'emigrazione. Il complesso minerario, tra cali e riprese di produzione, rimase in funzione fino al 1962.
Oggi, esaurita la sua funzione produttiva, viene riutilizzato come importante patrimonio a fini turistici.

Vista l'importanza sia mineraria che storica del giacimento, nella zona sorge l'ITIS "Umberto Follador" comprendente un indirizzo minerario e uno chimico.

Strutture ricettiveModifica

Il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi ha avviato il recupero della miniera, restaurando i vecchi edifici e trasformandoli in punti di accoglienza per visitatori e in un ostello.

BibliografiaModifica

  • Francesco Spagna, Minatori In Val Imperina: Storia e antropologia di una comunità di montagna, Seravella, Museo etnografico della Provincia di Belluno, 1998. ISBN 88-887-4413-4
  • Sergio Tazzer, Canòpi e Nobilomeni. Storia e Miniere nell'Agordino, Vittorio Veneto, Kellermann, 2011. ISBN 88-8608-9872

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica