Apri il menu principale

Il Samguk Yusa o Memorie storiche dei tre regni è una delle più importanti opere storiografiche dell'antica Corea, scritta dal monaco buddhista Iryon (1206-1289) e completata nel 1280 (periodo Koryo 918-1392).

Il Samguk Yusa è meno analitico rispetto al Samguk Sagi di Kim Pusik (1145), in quanto privilegia l'aspetto esotico e favoloso delle tradizioni storiche.

Comprende 5 libri: il primo libro tratta miti e saghe di fondazione dei Tre regni in cui era divisa l'antica Corea (Goguryeo, Baekje e Silla) e aneddoti vari; il secondo libro riporta fatti fantastici e non, che coinvolsero i sovrani di Silla; il terzo si occupa dell'arrivo e della diffusione del Buddhismo in Corea, e dei principali monumenti buddhisti del tempo; il quarto riporta aneddoti vari sui monaci buddhisti famosi e infine il quinto libro comprende aneddoti e racconti popolari di vario tipo.

L'affidabilità storica non è garantita anche perché si propone più come testo epico che storico riportando appunto anche aneddoti e leggende.

Il testo era originariamente scritto in cinese arcaico, impiegato come lingua colta dai letterati coreani del tempo e primo metodo di scrittura conosciuto.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia