Santuario dell'Orice d'Arabia

Il santuario dell'Orice d'Arabia è un santuario animale situato nel deserto centrale dell'Oman e sulle colline costiere. All'interno del parco si possono trovare animali rari, tra cui mandrie selvatiche di orici d'Arabia, la prima dopo l'estinzione dalla vita selvatica di questa specie, e della successiva reintroduzione proprio in quest'area nel 1982.

Santuario dell'Orice d'Arabia
Arabian Oryx Sanctuary.jpg
Tipo di areaParco nazionale
Codice WDPA4468
Class. internaz.Categoria IUCN II: parco nazionale
StatiOman Oman
Superficie a terra27.500 km²
Mappa di localizzazione
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Santuario dell'Orice Araba
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
TipoNaturali
Criterio(x)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal1994
Eliminato nel2007
Scheda UNESCO(EN) Arabian Oryx Sanctuary
(FR) Sanctuaire de l'oryx arabe

La specie a rischio estinzione dell'ubara, una specie di gruiforme, è presente solo in questo luogo. Tra le altre specie si ricordano quelle a rischio della gazella arabica, dello stambecco della Nubia, del lupo arabo, del tasso del miele e del caracal.

Il 28 giugno 2007 la riserva divenne il primo sito ad essere tolto dai patrimoni dell'umanità. L'UNESCO, motivando la propria decisione, citò la scelta del governo dell'Oman di restringere l'area del parco del 90% e di ridurre, contemporaneamente, la popolazione di orici d'Arabia dai 450 esemplari del 1996 ai 65 attuali.[1] Oggi sopravvivono solo quattro coppie di questa specie in età di accoppiamento.

NoteModifica

  1. ^ Rimozione del sito dal patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, su whc.unesco.org. URL consultato il 24 agosto 2022.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità