Scala bebop

1leftarrow blue.svgVoce principale: Scala musicale.

Con il termine scala bebop si intendono vari tipi di scale impiegate dai musicisti bebop tra cui Charlie Parker e Dizzy Gillespie negli anni quaranta.

Questa scala è stata razionalizzata da David Baker, un didatta statunitense.

Esistono vari tipi di scala bebop: la scala dominante bebop, la scala maggiore bebop ed alcune scale minori bebop.

Scala dominante bebopModifica

È una scala misolidia con l'aggiunta della settima maggiore. Talvolta è chiamata scala misolidia bebop.

La sua formula è:

1, 2, 3, 4, 5, 6, ♭7, 7, 8 (T T S T T S S S, con T = tono ed S = semitono)

Esempio: Sol misolidio bebop = Sol La Si Do Re Mi Fa Fa♯ Sol

Scopo principale della scala è "posizionare" le note dell'accordo (chord tones) sul battere e le no chord notes in levare. Essa deriva da un processo di razionalizzazione nell'uso dei cromatismi e delle note di approccio. Ovviamente è essenziale l'accento delle note e la ritmica swing, mediante l'uso di legature e sincopi.

Può essere usata sia sugli accordi di dominante che sugli accordi minori.

Scala maggiore bebopModifica

È una scala maggiore con l'aggiunta della quinta diesis.

La sua formula è:

1, 2, 3, 4, 5, ♯5, 6, 7, 8 (T T S T S S T S)

Esempio: Do maggiore bebop = Do Re Mi Fa Sol Sol♯ La Si Do

Essa segue lo stesso principio della scala bebop di dominante: note dell'accordo in battere; note che non vi appartengono in levare. Da notare però che in questo caso l'accordo relativo a questa scala si intende formato da 1, 3, 5 e 6 e quindi è un accordo di sesta. Si può usare sugli accordi di settima maggiore.

Scale minori bebopModifica

Oltre alla scala ottenuta dalla dominante bebop partendo dal quinto grado esistono altre scale minori bebop. Una di queste è una scala dorica con l'aggiunta della settima maggiore.

La sua formula è:

1, 2, ♭3, 4, 5, 6, ♭7, 7, 8 (T S T T T S S S)

Esempio: Re minore bebop = Re Mi Fa Sol La Si Do Do♯ Re

Può essere usata in alternativa alla dominante bebop sugli accordi minori specie se sono seguiti da accordi di dominante come ad esempio nei II-V-I.

Sugli accordi minori di sesta è possibile costruire una scala bebop inserendo il cromatismo tra la 5ª e la 6ª della minore melodica ascendente.

Esempio: Re minore melodico bebop = Re Mi Fa Sol La La♯ Si Do♯ Re

Sui II-V-I minori si può costruire una scala minore bebop anche sulla minore armonica aggiungendo la settima minore.

Esempio: Re minore armonico bebop = Re, Mi, Fa, Sol, La, Si♭, Do, Do#, Re

Voci correlateModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica