Apri il menu principale
Seconda battaglia di al-Faw
parte delle Operazioni ala Allah Tawakalna e della Guerra Iran-Iraq
Operation Ramadan ul-Mubarak map.svg
Mappa della Battaglia
Data17 aprile 1988
LuogoPenisola di al-Fāw
Esitodecisiva vittoria irachena, gli iraniani vengono espulsi dalla penisola
Modifiche territorialigli iracheni liberano la penisola
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
100.000 soldati della guardia repubblicana8000-15.000 militi Basij
Perdite
1000 mortidiversi migliaia di morti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

la 'Seconda battaglia di al-Faw conosciuta anche come 'Operazione Ramadan Mubarak (Sacro Ramadan) , fu una grande battaglia combattuta durante la Guerra Iran-Iraq il 17 aprile 1988, in seguito alla sua sconfitta nella Prima battaglia di al-Faw due anni prima, il nuovo ristrutturato esercito iracheno condusse una grande operazione per espellere gli iraniani al di fuori dalla Penisola di al-Fāw.

La BattagliaModifica

gli iracheni concentrarono oltre 100.000 truppe della Guardia repubblicana irachena temprate dalla guerra, il massiccio uso di armi chimiche scompiglio le difese iraniane, che consistevano di 15.000 militi volontari Basij, l'ala sud dell'assalto iracheno composto dalle divisioni della guardia repubblicana "Madinah" e "Baghdad" assaltarono le linee iraniane e consentirono alla divisione corazzata "Hammurabi" di passare attraverso e di muoversi avanti verso la costa sud della penisola e la città stessa di al-Faw, nel frattempo L'8º corpo dell'esercito regolare iracheno attacco a nord della linea insieme alla 7ª divisione di fanteria e alla 6ª divisione corazzata, mentre l'attacco della 7ª divisione di fanteria veniva fermato la 6ª divisione corazzata sfondo attraverso le linee iraniane e la 1ª divisione meccanizzata spingeva attraverso e più tardi riusciva ad incontrarsi con la guardia repubblicana al di fuori di al-Faw nel frattempo in meno di 35 ore la penisola veniva liberata e la maggior parte dell'equipaggiamento iraniano veniva catturato intatto.

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2006003432