Apri il menu principale
Sensibili alle foglie
StatoItalia Italia
Fondazione1990 a Rebibbia, Roma
Fondata daRenato Curcio, Stefano Petrella, Nicola Valentino
SettoreEditoria
Sito web

Sensibili alle foglie è una cooperativa editoriale e di ricerca sociale, fondata nel 1990 da Renato Curcio,[1][2] Stefano Petrella, Nicola Valentino nel carcere di Rebibbia.

Indice

La storiaModifica

La storia di Sensibili alle foglie nasce in carcere, alla fine degli anni ottanta. Renato Curcio, Nicola Valentino e Stefano Petrelli, al tempo reclusi già da un decennio, decidono di affrontare una ricerca sul tipo di esperienza umana vissuta dalle persone detenute, indagando soprattutto le risorse a cui queste attingono per sopravvivere e per contrastare i meccanismi mortificanti dell'istituzionalizzazione carceraria[senza fonte]. Nasce una ricerca, che però non trova editori disponibili a sostenere la delicatezza del progetto. Con alcuni operatori esterni al carcere viene pensata la possibilità di pubblicare in forma autonoma ed indipendente: Così, nell'anno 1990, viene edito il primo titolo "nel bosco di Bistorco" e nasce ufficialmente la neo cooperativa editoriale.

Campi di analisiModifica

Le istituzioni totali e totalizzantiModifica

Il tema principale della ricerca e delle pubblicazioni della cooperativa è quello delle istituzioni totali, a partire delle esperienze personali di reclusione in carcere di alcuni dei soci fondatori, ma che si sviluppa anche sull'analisi dei manicomi, degli ospedali psichiatrici giudiziari, della guerra.

Da questi studi parte l'analisi dei dispositivi relazionali totalizzanti di istituzioni quali scuole, ospedali, aziende, case di cura, per esaminare del malessere gli effetti mortificanti e deumanizzanti causati dai meccanismi di inclusione sociale[senza fonte].

L'antipsichiatriaModifica

La cooperativa è inoltre impegnata nel campo dell'antipsichiatria, avendo pubblicato vari autori, tra cui Giorgio Antonucci e Roberto Cestari.

La lotta armata in ItaliaModifica

Alcuni dei soci di Sensibili alle foglie hanno fatto parte di organizzazioni clandestine praticanti la lotta armata negli anni settanta. Su questo tema la cooperativa ha svolto dall'inizio un lavoro di ricerca storica, statistica, documentaria, chiamato Progetto Memoria. Ha pubblicato, negli anni, 5 libri:

NoteModifica

  1. ^ Francesco Baccini, Nudo, Aletti Editore, 17 marzo 2017, ISBN 9788859140542. URL consultato il 25 febbraio 2018.
  2. ^ Andrea Gallo, Ancora in strada. Un prete da marciapiede, Edizioni Mondadori, 16 aprile 2013, ISBN 9788852036248. URL consultato il 25 febbraio 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn93093972
  Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria