Sigfrido Leschiutta

scienziato e professore universitario italiano (1933 - 2011)

Sigfrido Leschiutta (Roma, 11 febbraio 1933Torino, 12 maggio 2011) è stato un accademico, ingegnere elettrico e ricercatore italiano.

Sigfrido Leschiutta

È stato un ricercatore, professore del Politecnico di Torino e presidente dell'Istituto elettrotecnico nazionale Galileo Ferraris.[1]

BiografiaModifica

Laureatosi al Politecnico di Torino nel 1961, iniziò la sua carriera di docente dal 1962 con incarichi diversi fino al 2007. Nel 1971 conseguì la libera docenza in Misure Elettriche e Radioelettriche e divenne successivamente professore ordinario di Misure Elettriche ed Elettroniche, sempre presso il Politecnico.

La sua attività di ricerca si è svolta principalmente presso Istituto elettrotecnico nazionale Galileo Ferraris, poi divenuto parte dell'Istituto nazionale di ricerca metrologica. Si è occupato in particolare di misure elettriche e misure di tempo e frequenza. Tra le sue ricerche la più nota è quella che verifica la Relatività Generale di Einstein confrontando il comportamento di due orologi atomici, uno collocato a Torino, il secondo a Plateau Rosa, per la quale fu realizzato un esperimento in collaborazione con il prof. Luigi Briatore dell'Università di Torino nel 1975 chiamato successivamente "esperimento Leschiutta-Briatore".[2]

Dal 1975 ha svolto attività anche nel settore della ricerca spaziale nell'ambito della sincronizzazione e localizzazione tramite satelliti, sperimentando tecniche di telemetria spaziale presso il Politecnico di Torino.

È divenuto membro dell'Accademia delle Scienze di Torino nel 1984, si è anche occupato della stesura e presentazione del programma tv "Storia della tecnologia del '900" sul canale Rai Nettuno Sat Due dove divulgava le scoperte più significative in ambito elettronico del XX secolo.

Tra le sue passioni più vive, quella per gli strumenti musicali.[3] È stato fondatore e presidente dell'Accademia del Santo Spirito[4], organizzazione musicale torinese.

NoteModifica

  1. ^ Ennio Iannucci, In memoria del prof. Sigfrido Leschiutta, l'uomo dell'ora esatta. (PDF), su A.I.F. Associazione per l'Insegnamento della Fisica - Sezione di Torino. URL consultato il 30 giugno 2017.
  2. ^ Esperimento Leschiutta-Briatore, in Il Nuovo Cimento B, vol. 37, n. 2, pp. 219-223.
  3. ^ Alda Bellasich, Sigfrido Leschiutta e Emilia Fadini, Il clavicembalo, Torino, EDT, 2005, ISBN 9788870637793, OCLC 799526432.
  4. ^ Accademia del Santo Spirito
Controllo di autoritàVIAF (EN24688130 · SBN IT\ICCU\CFIV\049041 · WorldCat Identities (ENlccn-n87154487