Sinclair User

Sinclair User
StatoRegno Unito Regno Unito
Linguainglese
Periodicitàmensile
GenereRivista di videogiochi
Fondazioneaprile 1982
Chiusuraaprile 1993
EditoreECC Publications Ltd (aprile 1982 - agosto 1984)
EMAP (settembre 1984 - maggio 1993)
Redattore capoJohn Sterlicchi (aprile 1982)
Nigel Clark (maggio 1982 - gennaio 84)
Bill Scolding (febbraio 1984 - maggio 1986)
David Kelly (giugno 1986 - aprile 1988)
Graham Taylor (marzo 1988 - maggio 1989)
Jim Douglas (giugno 1989 - novembre 1990)
Garth Sumpter (dicembre 1990 - aprile 1992)
Alan Dykes (maggio 1992 - maggio 1993)
ISSN0262-5458 (WC · ACNP)
 

Sinclair User è stata una rivista mensile britannica dedicata ai videogiochi per home computer, in particolare la famiglia della Sinclair Research, soprattutto lo ZX Spectrum, e arcade.

StoriaModifica

Inizialmente pubblicata da ECC Publications, e poi dalla EMAP, uscì in Inghilterra tra il 1982 e il 1993, divenendo la rivista incentrata sul Sinclair più longeva.

Come molte riviste simili, conteneva notizie, recensioni, anteprime, suggerimenti, guide, colonne regolari, lettere dei lettori e demo su una cassetta incollata sulla copertina.

Nel maggio 1992 l'ex pubblicazione rivale Crash fu teoricamente inclusa in Sinclair User ma in pratica questo significò soltanto l'aggiunta del logo Crash! alla copertina della rivista e poco altro.

Negli anni precedenti, la rivista aveva creato dei culti della personalità[senza fonte] attorno ad alcuni dei suoi collaboratori "esilaranti", tra cui Bill "Incorruptible" Scolding, John "Disgusting" Gilbert, Chris "Lunchbreaks" Bourne, Claire "Ligger" Edgely, Richard Price (autore delle colonne "Gordo Greatbelly", dedicate alle avventure dinamiche) e il giornalista Andrew Hewson (fondatore del software Hewson Consultants).

Sotto il mandato editoriale di David Kelly, la rivista iniziò a concentrarsi maggiormente sulla scena dei giochi e presentò più grafiche a colori sotto il designer Gareth "the Mad Celt". Al tempo dell'editor Graham Taylor, la rivista includeva il personaggio dei cartoni animati Kamikaze Bear, e il tono della pubblicazione cambiò da rivista semi-seria a qualcosa di rivolto più ai bambini.

Timex Sinclair UserModifica

Timex Sinclair User fu uno spinoff di breve durata[1] pubblicato sul mercato statunitense, dove le piattaforme Sinclair erano pubblicate da Timex Sinclair.[1][2]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Timex, su worldofspectrum.org. URL consultato il 28 aprile 2021 (archiviato il 13 gennaio 2012).
  2. ^ (EN) Timex Sinclair User, su vintage-computer.com. URL consultato il 28 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2011).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica