Apri il menu principale
Sommergibile Peral
Peral1888.jpg
Peral nel 1888
Descrizione generale
Naval Ensign of Spain.png
In servizio conNaval Ensign of Spain.png Armada Española
Ordine1889
Costruttoritenente di vascello Isaac Peral
Radiazione1890
Destino finaleNel museo navale dal 2013
Caratteristiche generali
Dislocamento
  • in immersione: 85 t
  • in emersione: 77 t
Lunghezza22 m
Larghezza2,9 m
Pescaggio2,8 m
Propulsione2 x motori elettrici, 2 x 30 hp (22 kW), 2 assi
Velocità
Autonomia
Armamento
Siluri1 x 14" lanciasiluri
voci di sommergibili presenti su Wikipedia

Il sommergibile Peral è stato il primo dotato di propulsione elettrica a batteria che fu costruito dall'ingegnere e marinaio spagnolo Isaac Peral (1851–1895) per l'Armada Española.
Il primo sommergibile militare pienamente operativo[1] fu lanciato l'8 settembre 1888 ed aveva un tubo lanciasiluri (e due siluri) e un sistema di rigenerazione dell'aria. La sua forma dello scafo, l'elica, e i controlli esterni cruciformi hanno anticipato di anni i progetti dei sommergibili successivi.

DescrizioneModifica

 
Schema del Peral

La sua velocità in immersione era di 3 kn (5,6 km/h, 3,5 mph). Con le batterie completamente cariche, fu la più veloce unità sottomarina mai realizzata prima, con livelli di prestazioni subacquee (ad eccezione dell'autonomia) che corrispondevano a quelle delle imbarcazioni della prima guerra mondiale se pur per un tempo molto breve, limitato dalla durata della carica delle batterie. Ad esempio, l'U-Boot tedesco prebellico SM U-9 costruito nel 1908, aveva una velocità sottomarina di 8,1 kn ed era in grado di navigare in immersione per 150 km (81 NMI) a 5,8 kn, prima di dover riemergere per ricaricare le sue batterie.

Nel mese di giugno 1890, il sommergibile Peral lanciò un siluro in immersione. Fu anche il primo sommergibile ad integrare un sistema di navigazione subacquea completamente affidabile. Tuttavia, la gerarchia navale spagnola vollero terminare il progetto nonostante due anni di test con buoni risultati. Le sue capacità operative hanno portato alcuni a definirlo il primo U-Boot.[2]

NoteModifica

  1. ^ (ES) Isaac Peral, el genio frustrado, su elmundo.es
  2. ^ (EN) Miguel A. Almodóvar, De cuando la electricidad acabó con las mulas [In The Time When Electricity Made Mules Obsoleted], Madrid, Ediciones Nowtilus S.L., 2009, ISBN 84-9763-840-9.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina