Apri il menu principale

Sonata n. 2 per violoncello e pianoforte (Brahms)

Sonata n. 2 per violoncello e pianoforte
CompositoreJohannes Brahms
TonalitàFa maggiore
Tipo di composizioneMusica da camera
Numero d'opera99
Epoca di composizione1886
Prima esecuzione24 novembre 1886
Pubblicazione1886
DedicaRobert Hausmann
Durata media29 minuti
Organicovioloncello e pianoforte
Movimenti
Allegro vivace
Adagio affettuoso
Allegro appassionato
Allegro

La Sonata n. 2 in fa maggiore, opus 99, è la seconda ed ultima sonata per violoncello e pianoforte di Johannes Brahms. Composta nel 1886 sulle rive del lago di Thun, venne eseguita per la prima volta, a Vienna, il 24 novembre 1886, dal violoncellista Robert Hausmann (cui il brano era dedicato), col compositore al piano. Venne composta 24 anni dopo la sua Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte op. 38, ed è contemporanea del suo terzo trio per archi op. 101.

StrutturaModifica

  1. Allegro vivace (in 3/4, in fa maggiore)
  2. Adagio affettuoso (in fa diesis maggiore, in 2/4)
  3. Allegro appassionato (in fa minore, in 6/8)
  4. Allegro (in fa maggiore)

La durata dell'esecuzione è di un po' meno di mezzora.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno96018240 · BNF (FRcb13909065w (data) · WorldCat Identities (ENno96-018240