Apri il menu principale
Il grattacielo

Il Sony Building, già AT&T Building, è un grattacielo di 37 piani di New York. È situato nella Madison Avenue, tra la 55ª e la 56ª strada. Fu progettato da Philip Johnson e da John Burgee nel 1978; la costruzione fu terminata nel 1984 tra numerose controversie.

Indice

ConcettoModifica

Il grattacielo, costruito in granito leggermente roseo, costituisce uno degli esempi più famosi di architettura postmoderna. Sono diverse, infatti, le fonti a cui il suo concetto stilistico si ispira: la scuola di Chicago per le strutture a scacchiera, ma anche richiami rinascimentali come il Palladio, citato nella serliana all'ingresso.

Già visto da lontano si distingue dalle costruzioni della tradizione moderna, soprattutto per la forma insolita e decorativa del tetto, che corona l'edificio all'altezza di 197 metri: si tratta di un rimando all'architettura neoclassica, dato che la forma triangolare corrisponde a quella di un timpano. In ogni caso, la scelta venne tacciata di cattivo gusto; basti pensare al fatto che la costruzione viene chiamata ironicamente dai newyorkesi Chippendale, con riferimento allo stilista di mobili classici: infatti, il tetto pare riprendere la forma di un cassettone.

UtilizzoModifica

Sede dalla ditta AT&T, il grattacielo fu poi messo in vendita per passare alla Sony, la quale offre ai visitatori la propria visione della storia delle comunicazioni in una mostra chiamata Wonder-Technology-Land.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica