Apri il menu principale
Le sorelle Fox. Da sinistra a destra: Margaret, Kate e Leah

Kate Fox (18371892), Leah Fox (18141890) e Margaret (Maggie) Fox (18331893) furono tre sorelle statunitensi che giocarono un ruolo fondamentale nella nascita e diffusione nei paesi anglosassoni del movimento spiritista (che si stava sviluppando parallelamente negli stessi anni in Francia e negli altri paesi latini sulla scia degli insegnamenti di Allan Kardec) e della relativa chiesa.

Indice

BiografiaModifica

I fatti di HydesvilleModifica

Nel 1848 le due sorelle minori, Kate e Margaret, abitavano in una casa situata ad Hydesville, New York, insieme con i genitori. La casa aveva la fama di essere stregata e verso la fine di marzo di quell'anno la famiglia Fox iniziò ad essere spaventata da suoni, simili a colpi o al rumore di mobilio spostato, la cui origine sembrava essere inspiegabile.

Secondo le dichiarazioni delle sorelle, durante la notte del 31 marzo, Kate avrebbe sfidato il presunto spirito autore dei rumori a ripetere lo schiocco delle sue dita, e dichiarò di averne avuto riscontro. Allora le sorelle gli avrebbero chiesto di battere tanti colpi quanti erano gli anni della loro età, e anche in questo caso, secondo loro, il presunto spirito avrebbe fatto quanto richiesto. Furono allora chiamati i vicini a testimoniare di quell'evento, e nei giorni successivi venne sviluppato una sorta di codice di comunicazione in cui i battiti erano utilizzati per rispondere "sì" e "no" o per indicare precise lettere dell'alfabeto.

Le ragazze inizialmente chiamarono il presunto spirito, con cui dichiaravano di essere entrate in comunicazione, "Mr. Splitfoot" (Signor Piede-Biforcuto, un nomignolo per indicare il Diavolo), ma in seguito la presunta entità avrebbe dichiarato di essere lo spirito di un venditore ambulante di nome Charles B. Rosma, che sarebbe stato ucciso in quella casa cinque anni prima e poi sepolto di nascosto nella cantina. Tuttavia non si riuscì mai a identificare alcuna persona scomparsa che portasse il nome di Charles B. Rosma.

Il successo come mediumModifica

Kate e Margaret furono dunque mandate nella vicina Rochester, Kate presso la sorella Leah e Margaret presso il fratello David, ma il fenomeno dei battiti le accompagnò nelle loro nuove dimore. Amy e Isaac Post, una coppia di Shakers in rapporti di amicizia di lunga data con la famiglia Fox, invitò le sorelle nella loro casa di Rochester. Immediatamente convinti della genuinità del fenomeno, i Post si adoperarono per diffonderne la notizia presso i loro conoscenti Shakers, che divennero il primo nucleo del movimento spiritista: da questo deriva la tradizionale associazione tra spiritualismo e lotta per le cause politiche radicali (abolizionismo, temperanza e parità di diritti per le donne).

Le sorelle Fox divennero presto famose e iniziarono a tenere sedute pubbliche a New York attirando tra il pubblico personaggi di spicco come William Cullen Bryant, George Bancroft, James Fenimore Cooper, Nathaniel Parker Willis, Horace Greeley, Sojourner Truth e William Lloyd Garrison. Il clamore da esse suscitato fece venire allo scoperto anche tutta una serie di persone che presero a imitarne le pratiche, o che forse fino ad allora non avevano osato rendere pubbliche le loro capacità di comunicare con il mondo degli spiriti, dando così il via allo spiritismo negli Stati Uniti e, di riflesso, negli altri paesi di lingua inglese.

Sia Kate che Margaret divennero medium di fama, tenendo sedute spiritiche per centinaia di investigatori (il nome con cui amavano chiamarsi coloro che erano interessati ai fenomeni spiritici). Molte di queste prime sedute avevano un tono per lo più frivolo e il maggior interesse da parte del pubblico consisteva nell'informarsi circa il futuro andamento delle azioni ferroviarie o di situazioni amorose personali. Tuttavia l'importanza religiosa della comunicazione con i defunti divenne ben presto evidente: Horace Greeley, importante editore e uomo politico, divenne una sorta di protettore per le ragazze, introducendo le loro pratiche presso gli ambienti delle classi sociali elevate. Tuttavia l'indipendenza delle fanciulle dalla famiglia di origine si rivelò perniciosa, dato che entrambe le sorelle iniziarono a darsi all'alcol.

MaturitàModifica

Leah, dopo la morte del primo marito, sposò un banchiere di successo di Wall Street. Margaret incontrò Elisha Kane, l'esploratore dell'Artico, nel 1852. Elisha era convinto che Margaret e Kate fossero coinvolte in un imbroglio diretto dalla loro sorella Leah e cercò di tirare fuori Margaret dalle loro attività. I due si sposarono e Margaret si convertì al cattolicesimo, ma alla morte del marito ella tornò prontamente alle attività medianiche. Nel 1876 raggiunse la sorella Kate che nel frattempo si era trasferita in Inghilterra fin dal 1871, a spese di un facoltoso banchiere di New York. Il viaggio di Kate in Europa fu concepito come una sorta di missione, per cui ella teneva sedute solo per persone di spicco che accettavano in cambio di far pubblicare i loro nomi in qualità di testimoni dei fenomeni spiritici cui avevano assistito. Nel 1872 Kate aveva sposato H. D. Jencken, un avvocato di Londra che era anche entusiasta spiritista, con cui ebbe due figli prima della morte di lui avvenuta nel 1881.

Kate aveva fama di essere una medium potente, capace non solo di evocare battiti, ma anche fenomeni quali luci spiritiche, scrittura diretta, la materializzazione di mani e il movimento di oggetti a distanza. Tra il 1871 e il 1874 era stata una dei tre medium esaminati dal famoso scienziato William Crookes, che attestò la genuinità dei fenomeni prodotti dalla donna e sottolineò la potenza delle capacità di Kate rispetto a quelle della maggioranza dei suoi colleghi.

Gli ultimi anniModifica

Nel corso degli anni Margaret e Kate avevano sviluppato un serio problema con l'alcol. Intorno al 1888 furono coinvolte in una disputa che le vedeva unite contro la sorella Leah e altri leader spiritisti, i quali ritenevano che Kate beveva decisamente troppo per poter essere in grado di accudire i suoi figli adeguatamente. Nel frattempo Margaret, che stava meditando un ritorno al cattolicesimo, iniziò a convincersi sempre più che i suoi poteri fossero di origine diabolica. Desiderose di ferire il più possibile la loro sorella Leah, Kate e Margaret decisero dunque di recarsi a New York, dove un reporter aveva loro proposto una ricompensa di 1.500 dollari in cambio della verità circa i loro metodi e l'esclusiva sulla storia. Margaret fece una pubblica apparizione alla New York Academy of Music il 21 ottobre 1888, alla presenza della sorella Kate. Davanti a un pubblico di 2.000 persone Margaret mostrò come riusciva a produrre ad arte dei colpetti che potevano udirsi in tutto il teatro facendo schioccare le articolazioni delle dita dei piedi: i dottori presenti in platea salirono sul palco per sincerarsi della veridicità di quanto affermato.

Margaret raccontò la sua versione circa l'origine del fenomeno dei battiti in una confessione firmata che fu pubblicata sul New York World il 21 ottobre 1888. Questa fu la spiegazione data circa i fatti accaduti ad Hydesville:

«Di sera, quando andavamo a letto, legavamo una mela a una stringa e tiravamo la stringa su e giù, facendo rimbalzare la mela sul pavimento, oppure facevamo cadere la mela sul pavimento, dove provocava uno strano rumore ogni volta che rimbalzava. La mamma si bloccava ad ascoltare. Lei non riusciva a capire e non ci sospettava capaci di un imbroglio perché eravamo così piccole.»

(«New York World», 21 ottobre 1888)

E questo circa il presunto assassinio del venditore ambulante:

«Loro [i vicini] erano convinti che qualcuno era stato assassinato in quella casa. Ci chiesero di domandarlo agli spiriti e noi battevamo un colpo se la risposta dello spirito era "sì", non tre colpi come facemmo in seguito. Essi conclusero che l'omicidio doveva esser stato commesso in quella casa. Passarono al setaccio l'intera campagna circostante alla ricerca dei nomi dei precedenti proprietari della casa. Alla fine trovarono un uomo di nome Bell e affermarono che quel povero innocente aveva commesso un assassinio in quella casa e che i rumori provenivano dallo spirito della vittima. Il povero Bell da quel momento venne evitato e considerato un criminale da tutta la comunità.»

(Ibidem)

Diede anche la seguente spiegazione di come procedettero in seguito durante la loro carriera di medium:

«Mrs. Underhill, la mia sorella maggiore, portò me e Katie a Rochester. Fu là che scoprimmo un nuovo modo per far risuonare dei colpi. Mia sorella fu la prima a rendersi conto che strofinando le dita poteva produrre un certo rumore con le nocche e le articolazioni, e che lo stesso effetto poteva ottenersi con le dita dei piedi. Trovato che potevamo fare i rumori con i piedi - prima con uno e poi con entrambi - ci allenammo finché fummo in grado di farlo facilmente quando la stanza era al buio. Nessuno ci sospettava capaci di imbrogliare perché eravamo delle bambine così piccole. I colpi sono semplicemente il risultato di un perfetto controllo dei muscoli della gamba, sotto il ginocchio, che controllano i tendini del piede e permettono movimenti delle dita dei piedi e delle ossa delle caviglie che non sono comunemente noti. Un tale controllo perfetto è possibile solo quando un bambino comincia da piccolo e continuamente allena con cura i muscoli che crescono ancora negli anni più avanzati. [...] Questa dunque è la semplice spiegazione del metodo dei colpi e dei rumori.»

(Ibidem)

Ella aggiunse anche:

«Molte persone, quando sentono i battiti, immaginano immediatamente che gli spiriti li stiano toccando. È un'illusione molto comune. Alcune persone molto facoltose vennero a trovarmi alcuni anni or sono, quando abitavo sulla 42ª Strada, e produssi qualche battito per loro. Feci battere lo spirito sulla sedia e una delle signore gridò: "Sento che lo spirito mi sta toccando sulla spalla!". Naturalmente era pura immaginazione.»

(Ibidem)

Quella dello schioccare delle articolazioni era una delle teorie preferite degli scettici, avanzata fin dal 1851. Gli spiritisti che avevano familiarità con la larga varietà di battiti prodotti durante le sedute delle sorelle Fox, battiti che per di più provenivano da vari punti della stanza, non furono tanto colpiti dalla spiegazione addotta da Margaret circa l'origine dei rumori quanto dalla dichiarazione di creare battiti di proposito, che creò grande delusione e sospetto tra coloro che avevano seguito le pratiche delle sorelle.

La triste fineModifica

Un anno più tardi, nel novembre del 1889, Margaret si pentì di quello che aveva fatto e cercò di ritrattare la confessione. Anche le prime lettere scritte da Kate in seguito all'esibizione di Margaret alla New York Academy of Music esprimevano incredulità e costernazione per il duro attacco portato dalla sorella allo spiritismo, tuttavia ella non palesò pubblicamente il proprio disaccordo. Nel giro di cinque anni entrambe le sorelle morirono, in povertà e evitate dagli amici di un tempo. Furono seppellite in tombe destinate agli indigenti.

BibliografiaModifica

  • Raymond Buckland, Guida pratica alla comunicazione con gli spiriti, Armenia. ISBN 8879382101
  • Barbara Weisberg, Talking to the Dead: Kate and Maggie Fox and the Rise of Spiritualism, HarperOne. ISBN 0060566671
  • Maurice Leonard, People from the Other Side: the Enigmatic Fox Sisters and the History of Victorian Spiritualism, The History Press. ISBN 1845886372
  • M E Cadwallader, The story of the Fox sisters, Psychic Press.
  • Rubin Stuart, Nancy, 2005. The Reluctant Spiritualist: The Life of Maggie Fox , New York, Harcourt.
  • Brown, Slater. 1970. The Heyday of Spiritualism, New York: Hawthorn Books.
  • Crookes, William. 1874. "Notes of an Enquiry into the Phenomena called Spiritual during the Years 1870-1873." Quarterly Journal of Science. January 1874.
  • Davenport, Reuben Briggs. 1888. The Death-Blow to Spiritualism: being the true story of the Fox sisters, as revealed by authority of Margaret Fox Kane and Catherine Fox Jencken. New York: G. W. Dillingham.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie