Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mestolone rosso
Fuchs-Löffelente Anas platalea 0505281 Ausschnitt.jpg
Spatula platalea
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Anatini
Genere Spatula
Specie S. platalea
Nomenclatura binomiale
Spatula platalea
(Vieillot, 1816)
Sinonimi

Anas platalea
Vieillot, 1816

Nomi comuni

mestolone argentino

Il mestolone rosso (Spatula platalea (Vieillot, 1816)) è un uccello della famiglia degli Anatidi.[2]

Indice

DescrizioneModifica

 
Mestolone rosso nel Parco degli Uccelli Weltvogelpark Walsrode, Germania

Il maschio ha un piumaggio variegato castano chiaro marrone scuro, il petto è bruno-rossiccio mentre il capo è di una tonalità tendente al rosa: un castano chiaro finemente variegato di marrone, gli occhi del maschio sono di color giallo; le femmine sono invece di colorazione più uniforme sempre variegata castano chiaro e scuro, gli occhi sono di color nocciola. Ciò che contraddistingue la specie è il grosso becco nero a forma di spatola.

La taglia media è compresa tra i 45–56 cm di lunghezza, il peso è di 500-600 grammi, la prospettiva di vita media è di 20-30 anni.

Distribuzione e habitatModifica

Il mestolone rosso è diffuso nella parte meridionale del Sudamerica, dove vive in prossimità di laghi, corsi d'acqua e zone acquitrinose, ama acque calme e poco profonde, ricche di vegetazione palustre.

BiologiaModifica

RiproduzioneModifica

 
Anas platalea

Nidifica in prossimità dell'acqua, il nido è composto da piante palustri e piume, depone in media 7-8 uova, che si schiudono dopo una cova di circa 25-26 giorni.

AlimentazioneModifica

Il grosso becco provvisto di lamelle verticali interne consente al mestolone rosso di setacciare l'acqua e di catturare il plancton in essa contenuto, si ciba inoltre di piccoli crostacei, insetti e vegetazione palustre.

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2016, Spatula platalea, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Anatidae, in IOC World Bird Names (ver 9.1), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 1º ottobre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Spatula platalea, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli