Differenze tra le versioni di "Inferenza statistica"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 anni fa
m
Annullata la modifica 100592727 di Gaetano.gr.94 (discussione) non si deducono
(sostituzione del termine "indurre" con "dedurre")
m (Annullata la modifica 100592727 di Gaetano.gr.94 (discussione) non si deducono)
Etichetta: Annulla
L''''inferenza statistica''' (o '''statistica inferenziale''') è il procedimento per cui si deduconoinducono le [[Variabile (statistica)|caratteristiche]] di una [[Popolazione statistica|popolazione]] dall'[[Indagine statistica|osservazione]] di una parte di essa (detta "[[Campionamento statistico|campione]]"), selezionata solitamente mediante un [[esperimento]] casuale (aleatorio).
 
Da un punto di vista [[Filosofia|filosofico]], si tratta di tecniche [[Matematica|matematiche]] per quantificare il processo di [[apprendimento]] tramite l'[[esperienza]].
 
Si considereranno principalmente campioni casuali semplici di dimensione ''n'' > 1, che possono venire interpretati come ''n'' realizzazioni indipendenti di un esperimento di base, nelle medesime condizioni.
Dal momento che si considera un esperimento casuale, si coinvolge il [[calcolo delle probabilità]]. Nell'inferenza statistica c'è, in un certo senso, un rovesciamento di punto di vista rispetto al calcolo delle probabilità. Nell'ambito di quest'ultimo, noto il processo di generazione dei dati sperimentali (modello probabilistico) siamo in grado di valutare la probabilità dei diversi possibili risultati di un esperimento. Nella statistica il processo di generazione dei dati sperimentali non è noto in modo completo (il processo in questione è, in definitiva, l'oggetto di indagine) e le tecniche statistiche si prefiggono di dedurreindurre le caratteristiche di tale processo sulla base dell'osservazione dei dati sperimentali da esso generati.
 
== Esempio ==