Giardini Vaticani: differenze tra le versioni

m
WPCleaner v2.0 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (References mancante - Nota ripetuta)
m (spazio indivisibile)
m (WPCleaner v2.0 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (References mancante - Nota ripetuta))
I fattori ambientali come l’esposizione all’inquinamento, agli agenti atmosferici, la presenza di animali ed insetti, sono tutte premesse per un ambiente piuttosto ostile in cui collocare opere d’arte, ed il processo di bio deterioramento è inevitabile.
 
Alcune opere sono collocate spesso in aree di sottobosco, dove la crescita di microrganismi sulla superficie delle opere si manifesta attraverso sia cambiamenti di colore, sia attraverso veri e propri danni strutturali, con la trasformazione del materiale inorganico dai metaboliti di loro produzione. La necessità quindi di intervenire con trattamenti biocidi, capaci di ridurre, eliminare e soprattutto controllare la formazione di biodeteriogeni risulta dunque lo scopo di questo nuovo restauro, per il quale si è costituito di recente un gruppo di esperti in materia per coadiuvare il lavoro dei restauratori<ref name="A">{{Cita web|url=http://www.rainews.it/dl/rainews/media/I-Giardini-Vaticani-modellati-da-otto-secoli-di-storia-43380a7f-1a3c-499e-bee5-9cc93344c35e.html|titolo=I Giardini Vaticani, modellati da otto secoli di storia|sito=Rainews|accesso=2018-09-26}}</ref>.
 
La ricerca è volta a sostituire i vecchi trattamenti di tipo chimico/meccanico, che presentano normalmente molecole altamente tossiche e molto difficilmente biodegradabili, a favore di nuovi metodi meno invasivi e più compatibili con i materiali costitutivi delle opere, in particolare durante la fase di pulitura, stuccatura e protezione finale.
 
== Descrizione ==
Molte sono le testimonianze storico-artistiche rinvenibili nei giardini: dagli stessi giardini sono ancora visibili, ad esempio, le antiche [[Mura leonine]] in due tratti: quello più antico vicino alla Palazzina della Zecca, in prossimità della Fontana del Sacramento (detta anche delle Torri) e l'altro tratto, restaurato da [[papa Niccolò V|Niccolò V]], visibile sul colle insieme alle due grandiose torri circolari, dette torre della Radio e [[Torre Gregoriana]] (la cui seconda è il luogo usato prima da [[papa Leone XIII|Leone XIII]] per l'edificazione di una palazzina utilizzabile come residenza estiva e poi, trasformata, diventerà nel [[1891]], la sede della [[Specola Vaticana]], grazie all'apposito ''[[motu proprio]]'' di Leone XIII ''[[Ut mysticam]]'')<ref>{{Cita web|urlname=http://www.rainews.it/dl/rainews/media/I-Giardini-Vaticani-modellati-da-otto-secoli-di-storia-43380a7f-1a3c-499e-bee5-9cc93344c35e.html|titolo=I"A" Giardini Vaticani, modellati da otto secoli di storia|sito=Rainews|accesso=2018-09-26}}</ref>.
[[File:Musei vaticani - giardini 01114.JPG|thumb|Veduta dai Musei Vaticani]]
[[File:Giardini Vaticani.jpg|thumb|I Giardini visti dalla cupola di [[Basilica di San Pietro in Vaticano|San Pietro]]]]
I Giardini che sono composti di varie zone ([[Giardino all'italiana]], [[Giardino all'inglese]], Orto del Papa) sono anche sede di uffici statali, come il [[Palazzo del Governatorato in Vaticano|Palazzo del Governatorato]] e il Tribunale di Stato, della direzione della radio statale ([[Radio Vaticana]]), della [[Stazione di Città del Vaticano|Stazione ferroviaria Vaticana]] e dell'ex [[Specola Vaticana]].
Inoltre nei Giardini è presente l'[[eliporto di Città del Vaticano|eliporto]], il [[Collegio Etiopico]] e il [[Monastero Mater Ecclesiae]]<ref>{{Cita web|url=http://www.ilparcopiubello.it/index.php/park/dettaglio/127|titolo=Il Parco Più Bello|sito=www.ilparcopiubello.it|lingua=en|accesso=2018-09-26}}</ref>.
 
== Note ==
<references/>
 
== Bibliografia ==
18 452

contributi