Differenze tra le versioni di "Cenis"

463 byte aggiunti ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
[[File:Virgil Solis - Neptune Caenis.jpg|thumb|upright=1.3|Cenide e [[Poseidone]], incisione di Virgil Solis per il libro VIII delle ''[[Metamorfosi (Ovidio)|Metamorfosi]]'' di [[Ovidio]], [[1563]]]]
 
{{Personaggio
'''Cenis''' o '''Cenide''' ([[lingua greca|greco]] Καινις ''Kainis'') è una figura della [[mitologia greca]], era una giovane donna, figlia secondo alcuni di [[Elato il Magnesio]], oppure secondo altri di [[Corono]], un [[Lapiti|Lapita]]. Secondo un'altra versione del mito suo padre era [[Atrace]].
|medium = mitologia
Appare comunque strettamente connessa con alcune importanti vicende mitiche che riguardano i Lapiti. Nel culto lunare antecedente all'avvento della religione olimpica Cenide impersonava probabilmente il [[novilunio]] (il suo nome significa infatti "nuova")
|saga =
|nome italiano = Cenis
|nome = Καινις
|immagine = Virgil Solis - Neptune Caenis.jpg
|didascalia = Cenide e [[Poseidone]], incisione di Virgil Solis per il libro VIII delle ''[[Metamorfosi (Ovidio)|Metamorfosi]]'' di [[Ovidio]], [[1563]]
|epiteto =
|sesso = Transgender
|luogo di nascita =
|prima apparizione =
|professione = [[Argonauta]]
}}
'''Cenis''' ({{lang-grc|Καινις|Kainis}}) (o '''Ceneo''' {{lang-grc|Καινεύς|Kaineús}}) è un personaggio della [[mitologia greca]], era una giovane donna che diventò un uomo.
 
== Genealogia ==
'''Cenis''' o '''Cenide''' ([[lingua greca|greco]] Καινις ''Kainis'') è una figura della [[mitologia greca]], era una giovane donna, figliaFiglia secondo alcuni di [[Elato il Magnesio]], oppure secondo altri di [[Corono]], un [[Lapiti|Lapita]]. Secondo un'altra versione del mito suo padre era [[Atrace]].
Appare comunque strettamente connessa con alcune importanti vicende mitiche che riguardano i Lapiti. Nel culto lunare antecedente all'avvento della religione olimpica Cenide impersonava probabilmente il [[novilunio]] (il suo nome significa infatti "nuova").
 
La sua assoluta singolarità nel panorama della mitologia greca sta nel suo mutamento di [[sesso (biologia)|sesso]], che a un certo punto della sua vita la fece diventare un [[Maschio|uomo]]; si tratta probabilmente del più antico caso di cambiamento di sesso ricordato nella [[Civiltà occidentale|cultura occidentale]]. È indubbiamente significativo come [[archetipo]], sebbene comunque in questa vicenda sia il prodigio soprannaturale a determinare gli eventi.
39 002

contributi