Differenze tra le versioni di "Dissipatore (elettronica)"

m
m (Annullate le modifiche di 93.187.28.13 (discussione), riportata alla versione precedente di Phantomas)
Etichetta: Rollback
m (nessuna indicazione della categoria/galleria Commons quando è presente la proprietà P373 e modifiche minori)
 
Inoltre una parte di calore viene ceduta all'ambiente circostante attraverso il fenomeno dell'''irradiazione''. Qualsiasi corpo che si trovi a temperatura superiore a zero [[kelvin]] emette energia sotto forma di radiazione elettromagnetica, riducendo di conseguenza la sua temperatura. In condizioni di equilibrio ciascun corpo emette la stessa quantità di energia che riceve dagli oggetti circostanti (fra cui sono comprese, ad esempio, le pareti della stanza in cui questo si trova). Nel caso del dissipatore, per il fatto che questo si trova a temperatura superiore rispetto agli oggetti circostanti l'energia emessa è maggiore di quella ricevuta.
Il contributo dell'irradiazione alla dissipazione è predominante alle basse temperature e si può dire che sia praticamente l'unico mezzo di dissipazione di calore per i componenti elettronici comuni. Per i dissipatori in genere ha luogo un mix di scambio convettivo e irradiazione che viene raggruppato sotto la definizione di ''adduzione'', a cui si riferiscono i coefficienti che solitamente si trovano in giro.
 
Questo sistema di raffreddamento, a parità di prestazioni è più ingombrante di un analogo sistema a ventilazione forzata, però ha il pregio di essere completamente silenzioso.
 
== Altri progetti ==
{{interprogetto|commons=Computer cooler}}
 
{{Controllo di autorità}}
3 237 291

contributi