Differenze tra le versioni di "Marco Nappi"

Annullata la modifica 106369394 di 176.96.194.120 (discussione)
(Annullata la modifica 106369394 di 176.96.194.120 (discussione))
Etichetta: Annulla
[[File:Marco Nappi - Vis Pesaro 1986-87.jpg|thumb|left|Nappi in azione con la maglia della Vis Pesaro nel 1987]]
 
Nel 1986 fu ceduto alla [[Vis Pesaro]], con cui fece una buona stagione realizzando 14 gol in 30 presenze. La stagione successiva ritornò in B, ma stavolta con la maglia dell'{{Calcio Arezzo|N}}. I suoi 8 gol però non bastarono alla squadra di [[Antonio Angelillo|Angelillo]] per salvarsi, e i toscani retrocedettero in [[Serie C]]. Nell'estate del 1988 passò al {{Calcio Genoa|N}}, sempre in Serie B, e fu fondamentale. Infatti con i liguri realizzò 7 reti contribuendo alla promozione in [[Serie A]] (fu anche il miglior marcatore del Genoa in quella stagione). Nel mercato estivodi novembre 1989 però fu prestato al [[Brescia Calcio|Brescia]], e da quell'anno iniziarono una serie di prestiti che durarono fino al 1993.
 
Trovò spazio in Serie A nel 1989 quando fu acquistato dalla {{Calcio Fiorentina|N}}, in cui rimase fino al 1991. Con questa maglia si aggiudicò il soprannome "foca monaca". Infatti il 3 aprile 1990, nella semifinale di andata contro il [[Werder Bremen|Werder Brema]], palleggiò di testa partendo dalla propria area di rigore fino alla linea di centrocampo, dove fu fermato fallosamente da un avversario. Nel 1991 passò in prestito all'{{Calcio Udinese|N}}, ritrovando [[Franco Scoglio]], suo mister ai tempi del Genoa, con cui raggiunse il quarto posto in Serie B che valse un'altra promozione. La stagione successiva fu prestato invece alla [[SPAL]], sempre in Serie B, ma le sue 10 realizzazioni non bastarono a evitare la retrocessione degli estensi in C1.