Madrasa: differenze tra le versioni

18 byte rimossi ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
 
== Storia ==
Quale istituto educativo (pubblico o privato), proponeva quindi un percorso formativo basato specie sullʼacquisizione dei principi della religione [[islam]]ica;, la cui comprensione, poi, giustificava lʼapprendimento della [[lingua araba]] (fonetica, morfologia e sintassi) e della storia e letteratura sacra dellʼIslam. Se nella ''madrasa'' si era educati unicamente alla teologia e al diritto islamici, in altre strutture pubbliche (''jāmiʿāt''; sing. ''jāmiʿa'') si approfondiva lo studio delle scienze private.
 
Se nella ''madrasa'' si era educati unicamente alla teologia e al diritto islamici, in altre strutture pubbliche (''jāmiʿāt''; sing. ''jāmiʿa'') si approfondiva lo studio delle scienze private. A partire dal XIX secolo, sotto lʼinfluenza del colonialismo europeo, molte ''madrase'' assunsero la struttura di università, organizzandosi in facoltà e insegnandovi anche dottrine non teologiche.
 
==La ''madrasa'' oggi==
Oggigiorno, il termine ''madrasa'' può riferirsi senza distinzione a una scuola o unʼistituzione formativa, sia questa specificamente islamica, laica o di altre religioni. I corsi possono incentrarsi sulla sola memorizzazione del [[Corano]], fregiando gli allievi del titolo di ''hāfiẓ'' (حافظ; lett. 'preservatore, custode' [del Corano]), o possono includere lo studio della [[Lingua araba|lingua araba letteraria]], del ''[[Tafsir|tafsīr]]'' (تفسير – lʼesegesi coranica), della ''[[Shari'a|shariʿa]]'' (شريعة – il diritto [[musulmano]]) e degli ''[[hadith|aḥādīth]]'' (حديث – i racconti sui detti e fatti di [[Maometto]]), insignendoli del titolo di ''[[ʿulamāʾ|ʿālim]]'' (عالم 'persona dotta') al termine del corso di studi.
 
I corsi possono incentrarsi sulla sola memorizzazione del [[Corano]], fregiando gli allievi del titolo di ''hāfiẓ'' (حافظ; lett. 'preservatore, custode' [del Corano]), o possono includere lo studio della [[Lingua araba|lingua araba letteraria]], del ''[[Tafsir|tafsīr]]'' (تفسير – lʼesegesi coranica), della ''[[Shari'a|shariʿa]]'' (شريعة – il diritto [[Musulmani|musulmano]]) e degli ''[[hadith|aḥādīth]]'' (حديث – i racconti sui detti e fatti di [[Maometto]]), insignendoli del titolo di ''[[ʿulamāʾ|ʿālim]]'' (عالم 'persona dotta') al termine del corso di studi.
 
==Note==
168 071

contributi