Differenze tra le versioni di "Marcedusa"

correggo, standardizzo ed aggiorno
m (Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref))
(correggo, standardizzo ed aggiorno)
|Divisione amm grado 2 = Catanzaro
|Amministratore locale = Domenico Garofalo
|Partito = [[lista civica]] Libertà e Trasparenzatrasparenza
|Data elezione = 26-055-2019
|Data istituzione =
|Altitudine = 288
|Abitanti = 441411
|Note abitanti = [http://demo.istat.it/bilmens2017genbilmens2019gen/index.html Dato Istat] - Popolazione residente al 30 settembregiugno 20172019.
|Aggiornamento abitanti = 30-96-20172019
|Sottodivisioni =
|Divisioni confinanti = [[Belcastro]], [[Mesoraca]] (KR), [[Petronà]]
|Diffusività =
}}
'''Marcedusa''' (''Marçëdhuza'' in [[Lingua arbëreshe|arbëreshe]]) è un [[Comune (Italia)|comune italiano]] di 441411 abitanti della [[provincia di Catanzaro]] in [[Calabria]].
 
Il centro abitato sorge in cima a un promontorio collinare a 314 metri sopra il livello del mare e ha un territorio comunale di 15,3 chilometri quadrati. L'escursione altimetrica del territorio è di 293 metri (punto più basso a quota 32, più alto a quota 325). I suoi abitanti appartengono alla minoranza albanese d'Italia e parlano ancora la [[lingua arbëreshe]].
La parola ''[[Focara]]'' è un termine dialettale, che sta a indicare un falò di legna da bruciare. Attualmente il termine è usato per indicare il particolare rito tradizionale in uso in molti comuni del sud Italia di creare cumuli di fascine nella piazza principale della città e dargli fuoco la sera della vigilia di Natale. Intorno a questa pira ardente sono solite trattenersi, per trascorrervi la serata, le famiglie prima e dopo la messa di mezzanotte la sera della Vigilia di Natale.
 
Da dove questa tradizione tragga origine non è certo: forse da antichi riti pagani, forse per cacciare gli spiriti dell’invernodell'inverno.
 
== Società ==