Differenze tra le versioni di "Vacanze di Natale '90"

La sera seguente va ad una festa con il suo amico, che aiuta nel conoscere Gianna, l'ex amante di Toni, e tra i due inizia una piacevole conversazione, nel frattempo Eliette, anche lei presente con due degli snob insultati da Nick, incontra quest'ultimo e desidera chiarire le cose con lui, la scenata di Nick le ha fatto capire quanto fossero sgradevoli le persone da lei frequentate e i due tornano insieme, un attimo dopo Eliette tira una torta in faccia ad un suo ex amico snob che, ancora una volta, ha criticato Nick.
 
Toni, giovane romano, giunge con la moglie di origini [[Marche|marchigiane]] (provenienza della quale conserva un marcato accento), Gloria, più anziana di lui, che lo tiranneggia in tutto, e pretende di frustarlo, giocarci al lancio dei coltelli, fargli indossare costumi sadomaso e costringerlo a partecipare a rapporti erotici perversi, dei quali non è mai sazia. Toni ha incontrato in albergo un goffo industriale di [[Busto Arsizio]], suo compagno al servizio militare, e i due hanno riallacciato l'antica amicizia. Poiché l'industriale scopre il tradimento della giovane moglie Rita con un ragazzo al loro servizio, Toni persuade l'amico ad architettare un piano per sbarazzarsi l'un l'altro la consorte.
 
Ma, dopo varie peripezie, Toni riesce solo a perdere la giovane amante, Gianna, che aveva illuso con vane promesse di matrimonio, facendogli credere che Gloria fosse sua madre, dovendo così rassegnarsi a subire ancora la pesante tirannia della perversa moglie. Arturo Zampini, specialista in corse di slitte tirate da cani, corteggia inutilmente Arabella, che ignora essere la moglie del suo migliore amico, Pippo, il quale la trascura per i propri cani. Scoperto il legame della donna, Arturo si allontana da lei, e i due coniugi si riconciliano, ma non prima di aver rifilato un pugno in faccia a Pippo per la sua considerazione bassissima nei confronti della stessa Arabella, giudicata meno importante dei cani.
Utente anonimo