Differenze tra le versioni di "Adam Elsheimer"

m (fixTmpl)
Fu sepolto nella chiesa di San Lorenzo in Lucina a Roma, dove nel 2010 è stata apposta una lapide-cenotafio con profilo in bronzo e l'iscrizione che ricorda tra l'altro: "Nel 1609 dipinse / il cielo stellato / osservandolo / con uno dei primi / telescopi"<ref>Vista e fotografata dallo scrivente</ref>.
 
Oggi i suoi meravigliosi dipinti si trovano in vari musei del mondo: specialmente in Germania e in Inghilterra, ove fu avidamente collezionato sin dal Seicento. In Italia resta solo un malinconico "''Autoritratto"'' su tela, alla [[Galleria degli Uffizi]].
 
In Germania furono suoi seguaci [[Johann König]] e [[Thomas von Hagelstein]], mentre a Roma fece parte della sua cerchia [[Rubens]]. [[Rembrandt]] conobbe la sua opera attraverso [[Hendrik Goudt]] e il suo maestro [[Pieter Lastman]]. Per quanto riguarda la pittura di paesaggio fu lui a preparare la strada sia di [[Claude Lorrain]] sia dei paesaggisti venuti dai Paesi Bassi, tra cui [[Cornelis van Poelenburch]], [[Bartholomeus Breenbergh]], [[Jan Pynas|Jan]] e [[Jacob Pynas]].
Utente anonimo