Differenze tra le versioni di "Ecoregione terrestre"

Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i.) #IABot (v2.0
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i.) #IABot (v2.0)
La biodiversità non si distribuisce uniformemente in tutta la Terra, segue schemi complessi determinati dal clima, dalla topografía e dalla storia evolutiva del pianeta. A partire dal secolo XIX si tenta di classificare gli ecosistemi presenti in tutto il mondo e sono numerosi gli scienziati che hanno proposto distinti sistemi.<ref>{{cita libro|autore=Wallace A.R. |anno=1876 |titolo=The Geographical Distribution of Animals:With a Study of the Relations of Living and Extinct Faunas as Elucidating the Past Changes of the Earth’s Surface |città=London |editore=Macmillan|lingua=en}}</ref><ref>{{cita libro|autore=Bailey R.G. |anno=1998 |titolo=Ecoregions: The Ecosystem Geography of the Oceans and Continents |città=New York |editore=Springer |lingua=en}}</ref>
 
Il sistema di ecoregioni mondiale vigente nel 2013 ha la sua origine nello schema delle 142 ecoregioni terrestri che furono catalogate dal WWF come prioritarie per la loro conservazione ed inserite nella lista nota come ''[[Global 200]]''.<ref>{{cita pubblicazione |autore=Olson, David M. and Eric Dinerstein |anno=2002 |titolo=The Global 200: Priority Ecoregions for Global Conservation |rivista=Annals of the Missouri Botanical Garden |volume=89 |numero=2 |pagine=199-224|lingua=en |url=http://assets.worldwildlife.org/publications/356/files/original/The_Global_200_Priority_Ecoregions_for_Global_Conservation.pdf}}</ref><ref>{{cita pubblicazione |autore=Olson D.M., et al. |anno=2001 |titolo=Terrestrial ecoregions of the world: A new map of life on Earth |rivista=BioScience |volume=51 |pagine=933–938 |lingua=en |url=http://wolfweb.unr.edu/~ldyer/classes/396/olsonetal.pdf |accesso=7 giugno 2016 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20120917072415/http://wolfweb.unr.edu/~ldyer/classes/396/olsonetal.pdf |dataarchivio=17 settembre 2012 |urlmorto=sì }}</ref>
 
Posteriormente, TNC, WWF e altri gruppi di specialisti hanno raffinato e ampliato quello schema per offrire un sistema che copra la totalità della superficie emersa del pianeta, creando il sistema di ecoregioni terrestri del mondo.
1 252 634

contributi