Differenze tra le versioni di "Gaspare del Bufalo"

m (Bot: rinomino categoria (v. richiesta))
Nacque a Roma il 6 gennaio 1786 (per tale ragione gli furono dati, dalla madre, i nomi dei Tre Magi: Gaspare, Baldassare, Melchiorre). Fu battezzato nella chiesa romana di [[Basilica dei Santi Silvestro e Martino ai Monti|San Martino ai Monti]], nei pressi dell'[[Esquilino]]. Suo padre Antonio apparteneva ad un ramo della nobile famiglia [[del Bufalo]], poi decaduto, ragion per cui si apprestava a fare il cuoco presso gli [[Altieri (famiglia)|Altieri]], altra nobile famiglia romana. Era inoltre conosciuto come impresario teatrale. La madre si chiamava Annunziata Quartieroni.
 
Il palazzo della famiglia [[Altieri (famiglia)|Altieri]] si trovava di fronte alla [[Chiesa del Gesù]], dove è custodito il braccio di [[Francesco Saverio|San Francesco Saverio]], di cui Gaspare del Bufalo sarà molto devoto a seguito di una guarigione miracolosa ottenuta per sua intercessione in giovane età. Sarà lui poi il patrono della Congregazione di missionari che fonderà in seguito. Dotato di intensi sentimenti religiosi fin dalla primissima età, completò gli studi al [[Collegio Romano]] indossando l'abito talare nel [[1798]] per iniziare ad organizzare opere di assistenza spirituale e materiale a favore dei più bisognosi, contribuendo, tra l'altro, alla rinascita dell'Opera di Santa Galla, di cui divenne poi direttore nel [[1806]].
 
Ordinato sacerdote il 31 luglio [[1808]], intensificò l'apostolato a [[Roma]] fondando il primo oratorio in [[Santa Maria in Vincis]] e in [[Campo Vaccino]] (come veniva chiamato al suo tempo il [[Foro Romano]]).
[[File:S gaspare.jpg|upright=1.6|thumb|Tomba di San Gaspare nella chiesa romana di [[Chiesa di Santa Maria in Trivio|Santa Maria in Trivio]]]]
[[File:Rome, Collegio Preziosissimo Sangue, statue of Gaspare del Bufalo.jpg|thumb|Statua di San Gaspare del Bufalo, ''Collegio dei missionari del Preziosissimo Sangue'', Roma]]
Fu [[Canonizzazione|canonizzato]] da [[papa Pio XII]] il [[12 giugno]] [[1954]] in [[Piazza San Pietro]].
 
Chiamato dai fedeli ''Angelo della pace'', ''Terremoto spirituale'', ''Vittima della carità'', Gaspare ispirò la sua azione a quella di san [[Francesco Saverio]]. È ricordato anche come il ''predicatore dei briganti'', ovvero dei malavitosi che andò ad evangelizzare e a convertire nei rifugi sui monti posti fra il [[Lazio]] e la [[Campania]].
 
=== Parole di Giovanni Paolo II ===
Ha detto di lui [[papa Giovanni Paolo II]] parlando ad un'assemblea generale della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue<ref>{{Cita web|url=http://www.vatican.va/content/john-paul-ii/it/speeches/2001/september/documents/hf_jp-ii_spe_20010914_missionaries-precious-blood.html|titolo=Ai Partecipanti al Capitolo Generale della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue (14 settembre 2001) {{!}} Giovanni Paolo II|sito=www.vatican.va|accesso=2020-05-17}}</ref>:
{{Citazione|Quando san Gaspare del Bufalo fondò la vostra Congregazione nel [[1815]], il mio predecessore [[Papa Pio VII|Pio VII]] gli chiese di andare laddove nessun altro sarebbe andato... per esempio gli chiese di inviare missionari a evangelizzare i "banditi" che a quel tempo imperversavano così tanto nella zona fra [[Roma]] e [[Napoli]]. Fiducioso nel fatto che la richiesta del Papa fosse un ordine di [[Gesù|Cristo]], il vostro Fondatore non esitò ad obbedire, anche se il risultato fu che molti lo accusarono di essere troppo innovatore. Gettando le sue reti nelle acque profonde e pericolose, fece una pesca sorprendente.}}<br />
 
== Note ==
<references/>
 
== Bibliografia ==
* T.Tullio Veglianti, ''"Non posso, non debbo, non voglio". Vita di San Gaspare del Bufalo'', Roma, Sanguis Editrice, 2004.
* M.Michele Colagiovanni, ''Il commediante di Dio. Vita di San Gaspare del Bufalo'', Roma, Sanguis Editrice, 1999.
* M. Spinelli, ''Senza voltarsi indietro. Vita di Gaspare del Bufalo'', Roma, Città Nuova, 1994.
* Vincenzo Severini, Giovanni Menicucci, Bartolomeo Panzini, ''Gaspare Del Bufalo conosciuto da vicino'' (a cura di B. Conti), Roma, ed. Pia Unione Prez.mo Sangue, 1992.
* GiovanniBiagio MerliniValentini, ''Gaspare Deldel Bufalo., Un santo scrutaquasi un altrooracolo santodivino'' (a cura di B. Conti), Roma-Albano, ed. Pia Unione Prez.mo Sangue, 19841990.
*Vincenzo Pallotti, ''Gaspare del Bufalo. Come l'ho conosciuto'' (a cura di B. Conti), Roma, 1989.
*Gaspare del Bufalo, ''Epistolario'' (a cura di B. Conti), Roma, 1986-1993 (11 volumi).
*Giovanni Merlini, ''Gaspare Del Bufalo. Un santo scruta un altro santo'' (a cura di B. Conti), Roma-Albano, ed. Pia Unione Prez.mo Sangue, 1984.
* P. Amilcare Rey, ''Gaspare Del Bufalo'', Albano Laziale, Edizioni Primavera Missionaria, 1982 (2 volumi).
* G. Papasogli, ''Vita e tempi di San Gaspare Del Bufalo'', Roma, Gribaudi, 1977.
* {{cita web|url=http://www.30giorni.it/it/articolo.asp?id=3963|titolo=Testimonianza di Giulio Andreotti nel cinquantesimo della canonizzazione|accesso=29 settembre 2006|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20060607184242/http://www.30giorni.it/it/articolo.asp?id=3963|dataarchivio=7 giugno 2006|urlmorto=sì}}
* {{cita web|url=http://www.floscarmeli.org/modules.php?name=News&file=article&sid=589|titolo=Brani scelti degli scritti spirituali di San Gaspare|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20071027191659/http://www.floscarmeli.org//modules.php?name=News&file=article&sid=589|dataarchivio=27 ottobre 2007}}
*http://www.treccani.it/enciclopedia/santo-gasparedel-bufalo_(Dizionario-Biografico)/
*https://www.sangaspare.it/san-gaspare-del-bufalo/
 
{{Controllo di autorità}}
Utente anonimo