Debugger: differenze tra le versioni

303 byte aggiunti ,  1 anno fa
Aggiunta fonte, modificato lessico.
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(Aggiunta fonte, modificato lessico.)
[[Image:OllyDbg capture.png|thumb|[[Screenshot]] di [[OllyDbg]]]]
 
Un '''debugger''' in informatica è un [[Programma (informatica)|programma/software]] specificatamente progettato per l'analisi e l'eliminazione dei [[bug]] ([[debugging]]), ovvero errori di [[programmazione (informatica)|programmazione]] interni al codice di altri programmi.<ref>{{Cita web|url=https://docs.microsoft.com/it-it/visualstudio/debugger/what-is-debugging|titolo=Che cos'è il debug? - Visual Studio|autore=Mikejo5000|sito=docs.microsoft.com|lingua=it-it|accesso=2020-09-10}}</ref>
 
Assieme al [[compilatore]] è fra i più importanti strumenti di sviluppo a disposizione di un [[programmatore]], spesso compreso all'interno di un [[ambiente integrato di sviluppo]] (IDE), in quanto in grado di aiutare il [[programmatore]] ad individuare [[errore di semantica|errori di semantica]] all'interno del [[codice sorgente]] del programma, altrimenti di difficile individuazione in fase di [[runtime]]. La maggior parte dei include un [[disassembler]], come il programma [[objdump]] delle [[GNU Binutils]].
 
La maggior parte dei debugger include un [[disassembler]], come il programma [[objdump]] delle [[GNU Binutils]].
 
==Descrizione==
Il compito principale del debugger è quello di mostrare il frammento di [[codice macchina]] che genera il problema (tipicamente un [[crash (informatica)|crash]]). Il codice può essere mostrato nella sua forma nativa, tradotto in linguaggio [[assembly]] o perfino sotto forma di [[codice sorgente]] nel [[linguaggio di programmazione]] in cui il programma analizzato è stato scritto. Per mostrare il codice assembly il fa tipicamente uso di un [[disassembler]], eventualmente integrato nel nello stesso. Per l'analisi del codice sorgente, invece, è in generale necessario uno speciale tipo di [[compilazione]] per il programma utente.
 
Poiché la compilazione con debug inserisce nel programma grandi quantità di istruzioni in più, un programma eseguito in modalità debug è tipicamente molto più lento di quando è eseguito direttamente sul [[processore]] per cui è stato sviluppato.
 
Se si utilizza un [[Interprete (informatica)|interprete]] il debugging è molto più naturale per la natura stessa dell'interpretazione.
 
Quasi tutti i debugger consentono l'esecuzione del programma analizzato a piccoli passi, mostrando nelle interruzioni il codice relativo all'istruzione sorgente corrente e lo stato attuale della [[CPU]] ovvero lo stato o valore delle [[variabile (informatica)|variabili]] associate alle rispettive nelle celle di [[memoria (informatica)|memoria]]. L'interruzione dell'[[esecuzione (informatica)|esecuzione]] può avvenire passo passo ad ogni singola istruzione, entrando eventualmente in altri sottoprogrammi, oppure in punti esplicitamente assegnati dall'utente ([[breakpoint]] o watchpoint). L'ultima istruzione evidenziata prima del crash è tipicamente il punto o causa dello scatenarsi dell'evento indesiderato, anche se in linea di massima questa può a sua volta dipendere da risultati di istruzioni precedenti (es. valori nulli di variabili o parametri passati).
 
Molti debugger contengono funzioni più sofisticate come la possibilità di modificare il valore di alcune locazioni di [[Memoria (informatica)|memoria]] o la possibilità di modificare il flusso del programma eseguendo delle parti di codice macchina che normalmente non vengono raggiunte.
 
Alcuni debugger sono delle vere e proprie [[Macchina virtuale|macchine virtuali]] che simulano una particolare famiglia di CPU mentre altri sfruttano particolari funzioni della CPU hardware per poter analizzare e controllare il flusso del programma.
 
=== Elenco di debugger più utilizzati ===
* [[Tp-cobol-debugger]], debugger opensource per opencobol in linguaggio cobol
{{Div col end}}
 
== Note ==
<references />
 
== Voci correlate ==