Differenze tra le versioni di "Pellegrino Laziosi"

santo delle gambe, aggiungo fonte
(santo delle gambe, aggiungo fonte)
Pellegrino Laziosi fu dichiarato beato da [[Papa Paolo V]] il 15 aprile [[1609]]; il 27 dicembre [[1726]] fu canonizzato da [[Papa Benedetto XIII]]. La memoria liturgica è fissata dal [[Martirologio Romano]] al [[1º maggio]].
 
È venerato come "protettore degli ammalati di [[Tumore|cancro]]" e riconosciuto anche come santo da invocare per i mali delle gambe.<ref>{{cita web |url=https://books.google.it/books?id=7lcCbSz7gTQC&pg=PA164&dq=pellegrino+laziosi+gambe&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwiqqajHjpnsAhXJzKQKHWQDCZQQ6AEwAXoECAAQAg#v=onepage&q=pellegrino%20laziosi%20gambe&f=false|titolo=Il Bacco in Romagna ditirambo dell'ab. Giuseppe Piolanti, da lui stesso corretto ed ampliato in questa nuova edizione e con altre poesie del medesimo|nome=Giuseppe |cognome=Piolanti|editore=tipografia de' classici|data= 1839 |accesso=3 ottobre 2020|pagina=164}} </ref>. È inoltre il patrono degli ammalati di [[AIDS]] e di ogni altra malattia di particolare gravità.
 
Pellegrino Laziosi è co-patrono della città di [[Forlì]], dove si svolge una fiera in suo onore, il 1º maggio di ogni anno, caratterizzata dalla vendita di [[Citrus medica|cedri]].
37 734

contributi