Differenze tra le versioni di "Utente:X3SNW8/Sandbox"

L'11 settembre 1900, l'arbitro francese emise il lodo Loubet, che statuiva come confine il territorio compreso tra [[punta Mona]], i fiumi Sixaola e Tarire, la [[cordigliera di Talamanca]], i rilievi che separano le acque che vanno al golfo Dulce, al fiume Chiriquí Viejo e punta Burica. Ne scaturiva la sovranità colombiana sull'[[Dipartimento dell'Arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina|arcipelago di San Andres e Providencia]] e l'[[isola Malpelo]].<ref>{{cita|Álvarez}}.</ref> La linea Loubet non soddisfaceva le pretese di nessuna delle due parti e fu interpretata come un tentativo erroneo di raggiungere una soluzione intermedia.<ref>{{cita|Sáenz Carbonell|pp. 556-560}}.</ref> Inoltre, nella parte caraibica la linea era molto imprecisa e, poiché troppo soggetta ad interpretazioni, poteva facilmente condurre a nuove controversie,<ref name="sibaja2008"/> perché identificava ad esempio i fiumi Tarire e Sixaola come un solo corso d'acqua, quando in realtà quest'ultimo era formato dall'unione del Tarire con lo [[fiume Yorkin|Yorkin]]. Nel testo si faceva riferimento alla valle di quest'ultimo fiume (oggi [[Cantone di Talamanca]] in Costa Rica) che sarebbe divenuto un territorio sudamericano ma dalla Colombia non richiesto.<ref>{{cita|Sáenz Carbonell|pp. 506-509}}.</ref>
 
Negli stessi mesi la [[Colombia]] fu travolta dalla [[guerra dei mille giorni]], che fece sprofondare il Paese in rovina. Fino al 1901 non fu materialmente possibile un incontro tra i due governi pur volendo attuare il lodo: tra le tante problematiche nate con il conflitto va sicuramente segnalato lo scoppio di moti separatisti nel dipartimento di Panama, sulla spinta dei quali fu possibile per quest'ultima raggiungere una formale separazione dalla Colombia il 3 novembre 1903.<ref name="pj1962">{{cita|Pereira Jiménez|p. 118}}.</ref>
 
Una volta che Panama e Costa Rica si riconobbero reciprocamente come Stati sovrani, firmarono nel 1905 il Trattato Pacheco-de la Guardia, che proponeva come soluzione una linea intermedia tra le rivendicazioni di entrambi i paesi, mai però ratificato dalla Costa Rica.<ref>{{cita|Douglas White (IV)|pp. 191-197}}.</ref> Poiché il problema rimase ancora irrisolto, nel 1910 i governi di entrambe le nazioni firmarono la Convenzione Anderson-Porras,<ref name="sibaja2008"/> grazie alla quale fu accettato il lodo Loubet sul versante del Pacifico (cosiddetta linea Anderson-Porras) e si convenne nel sottoporre l'interpretazione della delimitazione sul versante Atlantico ad un nuovo arbitrato stavolta però gestito dal presidente della [[Corte suprema degli Stati Uniti d'America|Corte suprema di giustizia]] degli [[USA]]. La controversia fu risolta nel 1914 con il ''Lodo White'', che ha in maniera soddisfacente chiarito il confine nella sua parte settentrionale. Ciononostante, fu obiettato da Panama per la perdita dei territori intorno al fiume Sixaola.<ref name="pj1962"/>
29 308

contributi