Differenze tra le versioni di "Luigi Grechi"

Figlio di [[Giorgio De Gregori]], bibliotecario<ref>{{cita web|titolo=Giorgio De Gregori|url=http://www.aib.it/aib/stor/bio/degregorig.htm|data=30 giugno 2012}}</ref>, e Rita Grechi, insegnante di lettere, nonché fratello del cantautore [[Francesco De Gregori]], nasce a [[Padova]] nel [[1944]] e cresce tra [[Pescara]] e [[Roma]] dove frequenta il liceo classico e successivamente studia letteratura inglese all'Università.
 
Nel frattempo impara a suonare la chitarra e si appassiona alla [[musica folk]] anglostatunitense e al [[musica country|country]], compie numerosi viaggi (tra cui un lungo e importante soggiorno in [[Irlanda]] ricordato nella canzone "Dublino"). Dalla fine degli anni sessanta è attivo come interprete folk e cantautore (con il nome d'arte di ''Ludwig'') nel celebre [[Folkstudio]] di Via Garibaldi a [[Roma]], il locale entrato nella storia come luogo di formazione di tutta la cosiddetta [[scuola romana dei cantautori]], dove stringe contatti importanti con illustri colleghi come [[Fabrizio De André]], [[Edoardo De Angelis]], [[Francis Kuipers]]; in questo periodo accompagnaappare [[Joanin Baez]]televisione allanel chitarrasettimanale duranteRAI alcunedi sueattualità apparizioni"Prisma", televisiveinterpretando allaun [[RAIpaio Radiotelevisionedi Italiana|RAI]]canzoni di Woody Guthrie.
 
Trasferitosi a Milano sidopo mantieneil lavorandoservizio comemilitare bibliotecarioviene assunto alla Biblioteca Civica di Miano dove farà il bibliotecario(come già suo padre e suo nonno). Assuntofino al 1982: nel frattempo, assunto come nome d'arte il cognome materno Grechi, pubblica il primo album ''[[Accusato di libertà]]'' per l'etichetta [[PDU (etichetta discografica)|PDU]] nel 1975. L'anno successivo pubblica per la stessa etichetta l'album ''[[Luigi Grechi (album)|Luigi Grechi]]'', prodotto come il precedente da Roy Tarrant e contenente anche due canzoni inedite di [[Francesco De Gregori]]: "Rosso corallo" e "La strada è fiorita".
 
Sempre assieme al fratello, Grechi firma la canzone "Dublino", pubblicata sul terzo e ultimo album per la PDU ''[[Come state?]]'', uscito nel 1979, realizzato con la partecipazione di noti musicisti come [[Lucio Fabbri|Lucio "violino" Fabbri]], poi confluito nella [[Premiata Forneria Marconi]], e nel quale, accanto a un classico di Grechi come "Chitarrista cieco", spicca anche una traduzione di "One of us cannot be wrong" da [[Leonard Cohen]] (intitolata "La regola d'oro"). Una lunga pausa di silenzio discografico viene spezzata nel 1987 dall'album ''[[Dromomania (album)|Dromomania]]'', pubblicato dalla [[CBS (etichetta discografica)|CBS]].
Utente anonimo