Giusto Pio: differenze tra le versioni

436 byte aggiunti ,  1 anno fa
m (Annullate le modifiche di 82.55.162.165 (discussione), riportata alla versione precedente di Demetrio Bonduelle)
Etichetta: Rollback
Battiato e Pio tentano un primo approccio alla musica leggera con il singolo ''[[Adieu/San Marco]]'', pubblicato col soprannome Astra. In copertina è presente una foto del figlio di Giusto Pio, Stefano, studente di violino a [[Gran Teatro La Fenice|La Fenice]] di Venezia,<ref name=":4" /> incaricato poi di partecipare a tutte le iniziative promozionali collegate al disco. Nel settembre 1979, esce il primo LP di musica pop di Battiato, ''[[L'era del cinghiale bianco]]'', che ottiene un discreto successo. I consensi aumentano col successivo ''[[Patriots (album)|Patriots]]'', ma soprattutto col record di incassi ''[[La voce del padrone (album)|La voce del padrone]]'', pietra miliare della musica leggera italiana.<ref>{{Cita news |autore=Dario Giardi |url=https://auralcrave.com/2018/03/16/psicologia-e-misticismo-ne-la-voce-del-padrone-di-franco-battiato/ |titolo=Psicologia e misticismo ne La Voce del Padrone di Franco Battiato |sito=Auralcrave |data=16 marzo 2018 |accesso=20 settembre 2019}}</ref> In parallelo ai dischi di Battiato, la coppia produce una serie di cantanti, tra cui spiccano [[Alice (cantante)|Alice]], che vince con ''[[Per Elisa (Alice)|Per Elisa]]'' il [[Festival di Sanremo 1981]], [[Giuni Russo]], per cui scrivono il tormentone ''[[Un'estate al mare (brano musicale)|Un'estate al mare]]'', e [[Milva]], che porterà al successo la loro ''[[Alexander Platz (brano musicale)|Alexander Platz]]''.
[[File:Giusto Pio 1980.jpg|miniatura|260x260px|Giusto Pio e Franco Battiato negli anni '80]]
Nel 1981 Giusto Pio abbandona definitivamente il suo posto in RAI<ref name=":1" /> per dedicarsi completamente alla musica leggera, pubblicando l'anno seguente ''[[Legione straniera (album)|Legione straniera]]'', album di pop strumentale per cui viene realizzato anche un videoclip del brano principale. Eseguirà le musiche di questo disco come apri concerto della tournée de ''La voce del padrone''.<ref name=":1" /> Nel 1983 esce l'album ''[[Restoration (Giusto Pio)|Restoration]]'', dalle sonorità più elettroniche, e nell'estate del 1984 il singolo ''Auto-motion'', in cui canta Battiato. Quest'ultimo viene usato come sigla per il programma di divulgazione scientifica ''Chip''. Nel 1989 compone e produce con Battiato il secondo album per [[Milva]] "[[Svegliando l'amante che dorme|''Svegliando l'amante che dorme'']]" e sempre nello stesso anno dirige l'orchestra di Battiato in un concerto in [[Città del Vaticano|Vaticano]] alla presenza di [[papa Giovanni Paolo II]]. I due, inoltre, compongono insieme le musiche per la tragedia ''[[I Persiani]]'', andata in scena nel 1990 per la regia di [[Mario Martone]].<ref>{{Cita web|url=http://crimta.unipv.it/catalogo/item/persiani-1990-regia-di-mario-martone|titolo=Persiani - 1990 - Regia di Mario Martone {{!}} Centro di Ricerca Interdipartimentale Multimediale sul Teatro Antico|sito=crimta.unipv.it|accesso=2020-07-30}}</ref>Nel 1992 il duo partecipa al ''[[Concerto di Baghdad]]'', uno spettacolo musicale che si tenne al [[Teatro Nazionale iracheno]], come parte dell'iniziativa umanitaria per l'infanzia irachena "''Un ponte per Baghdad"''. Il video live fu pubblicato durante il 1993. Nonostante i continui rapporti di lavoro e amicizia fra i due, perdurati lungo tutta la loro carriera, con la fine degli anni '90 Pio conclude le proprie apparizioni al fianco di Battiato per non risultare una «palla al piede»,<ref name=":0">{{Cita web|url=https://digilander.libero.it/giustopio/intervista.htm|titolo=Intervista|sito=Giusto Pio|editore=[[Libero (portale)|Libero]]|data=ottobre 2000|accesso=14 settembre 2019}}</ref> dato l'avanzare dell'età. Per la promozione dell'album [[Gommalacca (album)|''Gommalacca'']] i brani ''[[Shock in My Town|Shock in my town]]'', ''[[Gommalacca (album)|Il mantello e la spiga]]'' e ''[[Gommalacca (album)|Vite parallele]]'' furono eseguiti da Battiato, come ospite fuori gara, al [[Festival di Sanremo 1999|quarantanovesimo Festival di Sanremo]], alla presenza del filosofo [[Manlio Sgalambro]] e con Giusto Pio alla direzione dell'orchestra.
 
Dopo l'LP di Battiato ''[[Mondi lontanissimi]]'', Pio si allontanerà gradualmente dalla produzione del cantautore siciliano, per non risultare una «palla al piede»,<ref name=":0">{{Cita web|url=https://digilander.libero.it/giustopio/intervista.htm|titolo=Intervista|sito=Giusto Pio|editore=[[Libero (portale)|Libero]]|data=ottobre 2000|accesso=14 settembre 2019}}</ref> data la sua età avanzata. Rimarrà comunque immutato il loro rapporto di profonda amicizia e stima reciproca. Sebbene non collabori più nella fase di composizione, Pio continua fino al 1993 a seguire Battiato nei suoi concerti. In particolare avrà occasione nel 1989 di dirigere l'orchestra di Battiato in un concerto in [[Città del Vaticano|Vaticano]] alla presenza di [[papa Giovanni Paolo II]].
 
I due, inoltre, compongono insieme le musiche per la tragedia ''[[I Persiani]]'', andata in scena nel 1990 per la regia di [[Mario Martone]].<ref>{{Cita web|url=http://crimta.unipv.it/catalogo/item/persiani-1990-regia-di-mario-martone|titolo=Persiani - 1990 - Regia di Mario Martone {{!}} Centro di Ricerca Interdipartimentale Multimediale sul Teatro Antico|sito=crimta.unipv.it|accesso=2020-07-30}}</ref> Pio tornerà un'ultima volta a dirigere l'orchestra di Battiato al [[Festival di Sanremo 1999|Festival di Sanremo del 1999]] per un'esibizione fuori gara dei brani ''[[Shock in My Town]],'' ''Il mantello e la spiga'' e ''Vite parallele''.
 
=== La carriera da solista e il ritiro dalle scene ===
Utente anonimo