CoxinhaSaddock

Iscritto il 21 lug 2020
tolto il testo di prova
Nessun oggetto della modifica
(tolto il testo di prova)
{{cancella subito|15}}
{{cancella subito|15}} Pilosio è una storica azienda friulana che produce [[Ponteggio|ponteggi]], [[Cassaforma|casseforme]] e blindaggi per la costruzione e la manutenzione nel settore dell’edilizia, delle infrastrutture e anche dello spettacolo.
 
Fondata nel [[1961]] da Roberto e Gianfranco Pillosio a Feletto Umberto a nord di [[Udine]]. Pilosio è la prima azienda italiana che negli anni ’70 ha prodotto e commercializzato i blindaggi per scavi e nel [[1981]] è nuovamente tra le prime a dotarsi di un robot di saldatura e di una macchina a taglio laser. Nel [[1998]] l’azienda friulana certifica il proprio sistema di gestione per la qualità ai sensi della [[ISO 9001|UNI EN 9001]]; nel [[2007]] certifica il processo di saldatura secondo la [[EN 15085|UNI EN 3834]] e nel [[2009]] si adegua anche alla [[ISO 14000|UNI EN 14000]]. Per quanto riguarda i [[Ponteggio|ponteggi]], nel [[2003]] ottiene il certificato SQ Ponteggi e nel [[2009]] ottiene le certificazioni di prodotto per i ponteggi in base alle norme UNI EN 12810 e 12811.
 
Nel 2003 BS Private Equity entra nell’azionariato attraverso l’investimento in strutture e l’acquisizione di società operanti in settori.
Nel 2005 viene acquisita la trevigiana Lama Due Srl, azienda Italiana nella produzione di ponteggi in alluminio, torri mobili e coperture per il settore delle manutenzioni industriali, delle ristrutturazioni e del restauro. Un anno più tardi Pilosio entra a far parte del [[PM (azienda)|Gruppo PM]], gruppo industriale di Modena che conta oltre 600 dipendenti e che comprende [[PM (azienda)|PM Group SpA]] (gru idrauliche per autocarro) e Oil&Steel SpA (piattaforme per lavoro aereo), tutte aziende complementari nel settore delle attrezzature da cantiere. Lo sviluppo aziendale prosegue l’anno successivo con l’acquisizione del pacchetto di maggioranza di Electroelsa Srl, azienda toscana, nel settore dei ponteggi auto sollevanti, piattaforme mobili, ascensori e montacarichi da cantiere. Nel [[2010]] si completa con il processo di integrazione di Lama Due tramite fusione per incorporazione.
 
La grande crisi economica mondiale costringe il management a un netto cambio di direzione, ridisegnando un nuova strategia di business che punta su internazionalizzazione, sviluppo del settore dell’[[Oil&Gas|Oil&gas]] e potenziamento del canale diretto. L’attuazione di questo piano porta ad un nuovo incremento di fatturato e all’affermazione del marchio in nuovi mercati esteri, consentendo l’apertura di due consociate, prima in [[Canada]] e successivamente in [[Sudafrica|SudAfrica]].
 
A gennaio [[2015]] si conclude il passaggio di proprietà che vede il controllo delle quote dell’azienda da parte del fondo Columna Capital, investitore di private equity con sedi a Londra e Lugano (Svizzera), con il contestuale scioglimento di PM Group (PM Group SpA e Oil&Steel SpA vengono acquisite dall’americana Manitex) e la cessione delle quote di Electroelsa Srl.
 
A gennaio [[2017]], l’equilibrio finanziario dell’azienda è penalizzato da mancati incassi di ingenti crediti commerciali vantati nei confronti di importanti clienti esteri, Pilosio deposita presso la cancelleria del Tribunale di Udine il ricorso per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo con riserva.
 
A dicembre [[2020]], è stata avviata la procedura di messa in [[liquidazione]] dell'azienda.
 
[[Categoria:Azienda]]
19

contributi