Differenze tra le versioni di "Ifá"

1 241 byte aggiunti ,  10 anni fa
(fix avviso)
== Il culto ==
Più che un vero e proprio dio, Ifà è soprattutto un [[oracolo]], portavoce degli dei e gli spiriti del mondo; ciò nonostante gli viene tributato un vero e proprio culto, sia nella tradizione yoruba che in altre derivate come il [[Vodun]]. I riti del culto di Ifa sono al tempo stesso atti divinatori. I sacerdori Babalawo del culto di Ifà, entrano in [[trance]] per comunicare con l'oracolo in una lingua [[esoterismo|esoterica]] che corrisponde allo yoruba antico; attraverso questo dialogo ricevono rivelazioni sul futuro da comunicare al proprio popolo.
 
Cos'è il Babalawo?
 
 
Il Babalawo (padre dei segreti) non è altro che un sacerdote maggiore della religione Yoruba, infatti è il piu potente grazie alle cerimonie segrete con la divinità Orunla, Orunla è il Dio della divinazione e di tutto ciò che riguarda il destino degli esseri umani.
 
Pultroppo il segreto della cerimonia non deve essere mai svelato, perchè causa una morte sia al sacerdote sia alla persona che s'informa di ciò.
 
Il Babalawo possiede una infinità di poteri e i tre più principali sono: Ebbò (pulizia da qualsiasi male e dalla morte), grazie a quello si toglie la mala sorte, discussioni, incidenti, malattie e perfino la morte in grado di rimandarla in un'altra data. Il secondo è il Paraldo, grazie a quello il Babalawo puo "scacciare via" qualsiasi spirito maligno o demone dalla persona o dalla casa. E infine il terzo, quello piu importante è l'Osordè, che sarebbe "consulta", grazie a quello il sacerdote può prevedere sia il passato che il futuro della persona attraverso l'Ekwele (catena della divinazione) oppure con il Tablero (oracolo di Ifà).
 
Il Babalawo è detto anche Oluwo, si chiama così quando diventa capo branco di Babalawos e la parola esatta è Oluwo Siguayu (Babalawo dirigente).
 
== Le origini ==
48

contributi