Differenze tra le versioni di "Württemberg"

m
ortografia, - spazi inutili
m (r2.7.1) (Bot: Aggiungo: ar:فورتمبيرغ)
m (ortografia, - spazi inutili)
|governo = contea
|titolo capi di stato = conte
|elenco capi di stato = Württemberg
|organi deliberativi =
|inizio = [[1089]]
|classi sociali = [[patrizi]], [[clero]], [[cittadino|cittadini]], [[popolo]]
}}
Il '''Württemberg''' è una regione della [[Germania]] sita a sud ovest, con capitale [[Stoccarda]]. Originariamente [[signoria]], poi [[contea]] dal [[XII secolo]], quindi [[Ducato (feudo)|ducato]] dal [[1495]], [[Monarchia|regno]] dal [[1806]] e, dopo la [[prima guerra mondiale]], Regione (''Land'') della [[Repubblica di Weimar]] ed infine dal [[1952]] nuova regione conseguente la fusione con il [[Baden (stato)|Baden]] che diede origine al ''Land'' del [[Baden-Württemberg]], nell'ambito della [[Repubblica Federale Tedesca]].
 
==Geografia fisica ed economica==
Si trova fra i 47° 34' e 48” ed i 49° 35' e 17” di latitudine Nord e fra gli 8° 15' ed i 10° 30' di longitudine Est. La sua massima lunghezza fra nord e sud è di 225 km e la massima estensione Est-Ovest è di 160 km. I confini si estendono per circa 1.800 m. La superficie totale è di circa 20.000 km². Confina con la [[Baviera]] ad est, e per il resto con il [[Baden (stato)|Baden]], esclusa una parte a sud ove si affaccia sul [[lago di Costanza]].
 
===Clima===
 
===Agricoltura===
Grazie alla fertilità del suolo, l'agricoltura rappresentò la maggior occupazione degli abitanti: il regno del Württemberg fu una regione essenzialmente agricola, e dei suoi 20.000 km² il 45 % circa era adibito a terreni agricoli e giardini, l'1 % a vigneti, il 18 % a prati e pascoli, ed il 30 % a foreste.
I principali prodotti agricoli erano avena, farro, segala, grano, orzo e luppolo ai quali vanno aggiunti piselli e fagioli, mais, frutta (ciliegie e mele prevalentemente), biete e prodotti caseari, vino. Anche l'allevamento di bovini, ovini e suini ebbe un peso notevole, così come particolare attenzione veniva dedicata all'allevamento equino.
 
===Miniere===
La regione del Württemberg è priva di miniere di una qualche importanza, se si escludono sale e ferro. L'estrazione del sale assunse una notevole importanza nel [[XIX secolo]] mentre l'industria del ferro era antica ma nella regione manca del tutto il carbone. Altri minerali di minor importanza estratti nel Württemberg furono il granito, il calcare ed argilla refrattaria. Degna di nota è l'estrazione di acido carbonico in forma gassosa dalle sorgenti naturali accanto al fiume [[Eyach]], un affluente del [[Neckar]], che favorì lo sviluppo dell'industria chimica ad esso collegata.
 
===Industria===
Nel XII secolo il Württemberg ottenne il rango di contea. Con la fine della signoria degli Staufer in [[Svevia]], verso il [[1250]], furono poste le premesse per l'ampliamento della contea. Grazie al matrimonio del conte Ulrico I con Metchilde del [[Baden ()]], avvenuto nel [[1251]], [[Stoccarda]], la futura capitale, entrò a far parte della contea. Ulteriori allargamenti della contea ebbero luogo soprattutto sotto il regno del conte Ulrico III (1325 – 1344) e sotto quello di Eberardo III (Eberardo il Mite) (1392 – 1417). Eccezionale fu poi l'acquisizione della contea di [[Montbéliard|Mömpelgard]], grazie al matrimonio del conte Eberardo IV con Enrichetta di Mömpelgard, avvenuto il [[13 novembre]] [[1397]].
 
Il [[25 gennaio]] [[1442]] fu stipulato l'accordo di Nürtingen fra Ludovico I e suo fratello Ulrico V. Con ciò il WürttembegWürttemberg fu diviso in due parti: la parte cosiddetta “di Stoccarda” (Württemberg-Stuttgart), che comprendeva le città di [[Cannstatt]], [[Göppingen]], [[Marbach]], [[Neuffen]], [[Nürtingen]], [[Schorndorf]] e [[Waiblingen]] andò ad Ulrico, mentre a Ludovico I andò la parte, detta “di Urach”, comprendente le città di [[Balingen]], [[Calw]], [[Herrenberg]], [[Münsingen]], [[Tuttlingen]] e [[Tubinga|Tübingen]]. Mömpelgard, alla morte della madre dei due fratelli Enrichetta, fu assegnata in un primo momento a Ludovico.
 
Con il trattato di Münsingen ([[14 dicembre]] [[1482]]) e quello di Essling ([[2 settembre]] [[1492]]) il conte di Wittemberg-Urach, e successivamente duca di Württemberg, [[Eberardo I di Württemberg (duca)|Eberardo V di Württemberg]], riuscì a recuperare anche l'altra parte della contea originaria e divenne il solo signore di entrambi i territori. La successione fu stabilita al conte regnante di Württemberg-Stuttgart [[Eberardo II di Württemberg (duca)|Eberardo VI]], che tuttavia dovette regnare insieme ad un “Comitato dei Dodici”, espressione della cosiddetta ''Ehrbarkeit'', la rappresentanza cioè dei nobili e dei ceti non nobili del paese<ref>Si trattava in questo secondo caso dei cittadini le cui famiglie erano rappresentate nel Consiglio del Paese. Erano prevalentemente funzionari, rappresentanti delle corporazioni e parroci che si distinguevano per il loro zelo e la loro cultura, orgogliosi del diritto di impegnarsi nel governo del paese. Spesso tuttavia si trattava di persone in fama di grettezza e nepotismo. Allo stesso tempo era così visibile il loro senso della famiglia che i matrimoni erano combinati all'interno del loro ceto e quindi i coniugi erano quasi sempre parenti o cugini. Non esiste nella lingua italiana un termine equivalente: quello che più gli si avvicina, borghesia, non rende la realtà di questa classe sociale, vista la forte presenza in essa di rappresentanti del clero e dei rappresentanti delle corporazioni di arti e mestieri.</ref>