Differenze tra le versioni di "Segretario di Stato"

m
Sistemazione automatica della disambigua: Elisabetta I - Inversione di redirect Elisabetta I d'Inghilterra
(La denominazione ufficiale in inglese è lieutenant governor, non deputy governor (o vice-governor)...)
m (Sistemazione automatica della disambigua: Elisabetta I - Inversione di redirect Elisabetta I d'Inghilterra)
I segretario di stato deriva dalla figura del ''segretario'' di [[sovrano|sovrani]], [[governatore|governatori]] e simili, [[funzionario]] o consigliere di fiducia cui venivano affidati incarichi di alta responsabilità, spesso riservati. Etimologicamente il nome deriva dal [[lingua latina|latino]] ''secretum'' cioè 'riservato', nel senso di 'privato': il ''secretarius'' era, inizialmente, colui che si occupava degli affari privati del ''princeps'', per suo conto (da ''secretum'' deriva poi la parola "segreto", che ha però assunto il significato di riservato nel senso di non conoscibile ai più, abbandonando, quindi, quello originario di privato).
 
I segretari di stato compaiono nelle monarchie europee a partire dalla fine del [[XVI secolo]], dapprima con incarico generico, poi competenti per determinate materie e a capo di [[dicasteri]], finendo per diventare i principali collaboratori del sovrano. I primi segretari di stato furono creati nel [[1547]] da [[Enrico II di Francia]] ma assunsero il nome di ''secrétaire d'État'' solo nel [[1558]] (in sostituzione del precedente ''secrétaire des commendements et des finances'') e acquisirono importanza solo a partire dal [[1588]]. In [[Inghilterra]] il titolo cominciò ad essere utilizzato alla fine del regno di [[Elisabetta I d'Inghilterra|Elisabetta I]], ma i segretari di stato acquisirono importanza solo nella seconda metà del [[XVII secolo]].
 
In [[Spagna]] il sistema di governo, noto come [[polisinodia]], basato su una pluralità di consigli sopravvisse più a lungo che in altre nazioni; la figura del segretario di stato (''[[Segretario di stato (Spagna)|Secretario de Estado]]'') fu istituita solo con la riforma del [[1714]] decisa fa [[Filippo V di Spagna|Filippo V]], il primo re della [[Borbone di Spagna|dinastia borbonica]], e assunse un ruolo assimilabile a quello di un [[capo del governo]] seppur sempre per delega del Re dal quale, in quanto [[monarchia assoluta|monarca assoluto]], promanavano tutti i poteri. Sotto il regno del figlio, [[Carlo III di Spagna|Carlo III]], l'ufficio venne esportato in [[Italia]], nel [[Ducato di Parma e Piacenza]] ([[1731]]) e nel [[Regno delle Due Sicilie]] ([[1734]]).
105 149

contributi