Libro Primo della Metafisica: differenze tra le versioni

 
==Le quattro cause==
Nell'''incipit'' dell'opera, la filosofia viene dunque definita come '''scienza prima''', e oggetto principale del suo studio sono le cause e i princìpi (982a). Diversamente dagli altri essrei viventi, gli uomini, si è detto, ambiscono alla conoscenza, e la conoscenza altro non è che la ricerca delle cause relative ai fenomeni, quindi conoscenza delle cause.
 
Di queste cause, Aristotele nega che ve ne sia una sola, ma ne rintraccia ben quattro (982b):
 
* la '''causa formale''', ovvero la sostanza e l'essenza (forma) dell'oggetto (per il calice la concavità, che deve contenere vino);
* la '''causa materiale''', ovvero la materia di cui un oggetto è composto (per il calice, l'oro);
* la '''causa efficiente''', ovvero principio del movimento (l'artigiano che costruisce il calice);
* la '''causa finale''', ovvero lo scopo e il fine per cui un oggetto (il calice) è stato costruito.
 
==Le dottrine dei predecessori==