Differenze tra le versioni di "Duchi d'Aquitania"

nessun oggetto della modifica
|''sconosciuto'' || ||
|-
|[[Cariberto II]] || (629-632) || figlio di [[Clotario II]], re dei Franchi<ref name=Fredegario>Fredegario, ''Fredegarii scholastici chronicum'', Pars quarta, LIII</ref>; fu re dei Franchi d'Aquitania.
|-
|[[Chilperico di Aquitania|Chilperico]] || (632) || figlio di Cariberto venne assassinato in infanzia per ordine di Dagoberto, nel 632<ref name=gestis>{{la}} [http://books.google.it/books?id=0nBZAAAAYAAJ&pg=PR97&lpg=PR97&dq=Chronico+Marcianensi+de+Sancta+Rictrude&source=bl&ots=QbNFbJ9oPr&sig=P4PF-dwlyqeS16lrfmqqoS2t6_Q&hl=it&ei=SBnATpD9K8XHsgbek9nHAw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=8&ved=0CFkQ6AEwBw#v=onepage&q=Chronico%20Marcianensi%20de%20Sancta%20Rictrude&f=false#ES Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus tertius: De gestis francorum, Lib. IV, pag 129 e]</ref>. Fu re dei Franchi d'Aquitania.
|-
|[[Boggio d'Aquitania|Boggis]] || (632-670) || figlio di Cariberto<ref name=Huberti>{{la}} [http://books.google.it/books?id=0nBZAAAAYAAJ&pg=PR97&lpg=PR97&dq=Chronico+Marcianensi+de+Sancta+Rictrude&source=bl&ots=QbNFbJ9oPr&sig=P4PF-dwlyqeS16lrfmqqoS2t6_Q&hl=it&ei=SBnATpD9K8XHsgbek9nHAw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=8&ved=0CFkQ6AEwBw#v=onepage&q=Chronico%20Marcianensi%20de%20Sancta%20Rictrude&f=false#ES Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus tertius: Ex conversione Huberti comitis , Pag 609 nota a]</ref> per i primi anni governò col fratello maggiore Bertrando, padre di [[Sant'Uberto]], Vescovo di Liegi. Duca, vassallo di Dagoberto.
|-
|[[Felice d'Aquitania|Felice]] || (670-676) || nato da nobile famiglia di cui non si hanno notizie. Nell'''Ex Miraculis S. Martialis Lemovicensis Episcopi'' è definito nobilissimo e famoso<ref name=Martialis>{{la}} [http://books.google.it/books?id=0nBZAAAAYAAJ&pg=PR97&lpg=PR97&dq=Chronico+Marcianensi+de+Sancta+Rictrude&source=bl&ots=QbNFbJ9oPr&sig=P4PF-dwlyqeS16lrfmqqoS2t6_Q&hl=it&ei=SBnATpD9K8XHsgbek9nHAw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=8&ved=0CFkQ6AEwBw#v=onepage&q=Chronico%20Marcianensi%20de%20Sancta%20Rictrude&f=false#ES Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus tertius: Ex Miraculis S. Martialis Lemovicensis Episcopi , Pag 580]</ref>
|[[Felice d'Aquitania|Felice]] || (670-676) ||
|-
|[[Lupo I di Aquitania|Lupus]] || (676-700) || nato da nobile famiglia di cui non si hanno notizie, alla morte di Felice, Lupo I gli successe, nel titolo e nel governo del ducato<ref name=Martialis/>.
|-
|[[Oddone I d'Aquitania|Oddone il Grande]] (o Eudes) || (700-735) || figlio di Boggio. Si alleò col [[Maggiordomo di palazzo]] di Neustria, [[Ragenfrido]] e col suo re [[Chilperico II]]<ref name=Hermanni>{{la}} [http://books.google.it/books?id=0nBZAAAAYAAJ&pg=PR97&lpg=PR97&dq=Chronico+Marcianensi+de+Sancta+Rictrude&source=bl&ots=QbNFbJ9oPr&sig=P4PF-dwlyqeS16lrfmqqoS2t6_Q&hl=it&ei=SBnATpD9K8XHsgbek9nHAw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=8&ved=0CFkQ6AEwBw#v=onepage&q=Chronico%20Marcianensi%20de%20Sancta%20Rictrude&f=false#ES Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus tertius: Ex Chronico Hermanni contracti , pag 329 d]</ref>, che in cambio gli riconobbero il titolo di re<ref name=Fredegari>Fredegario, ''Fredegarii scholastici chronicum continuatum'', Pars prima, auctore anonymo, CVII</ref>
|[[Oddone I d'Aquitania|Oddone il Grande]] (o Eudes) || (700-735) || figlio di Boggio (oppure di Lupo I).
|-
|[[Hunaldo di Aquitania|Hunald]] (o Hunold, Hunaud) || (735-748) || figlio di Oddone. Nel [[745]], deposta la corona ducale, si ritirò nell'isola di Radis, l'attuale [[Isola di Ré|Ile de Ré]], dove si fece monaco<ref name=metten>{{la}} [http://www.archive.org/stream/annalesmettense00simsgoog#page/n57/mode/1up#ES Annales Mettenses, pag 36]</ref>
|-
|[[Waifer di Aquitania|Waifer]] (o Waifre, Gaifier) || (748-768) || figlio di Hunaldo. Lottò tutta la vita contro il re dei Franchi, [[Pipino il Breve|Pipino]], che, nel [[768]], lo catturò e lo mise a morte<ref name=Fredegar> {{la}} [http://www.thelatinlibrary.com/fredegarius.html#ES ''Fredegarii scholastici chronicum continuatum'', Pars quarta, auctore anonymo, CXXXIV]</ref>
|-
|[[Hunaldo II d'Aquitania|Hunaldo II]] || (768) || figlio di Waifer<ref>Di questa discendenza non vi è certezza; qualcuno sostiene che questo Hunaldo non sia mai esistito, ma sia Hunaldo I rientrato in Aquitania, dopo la morte del figlio Waifer; altri sostengono che sia una terza persona, non discendente dalla dinastia di Guascogna.</ref>. Hunaldo venne consegnato al re dei Franchi, [[Carlomanno (Pipino III)|Carlomanno]], dal duca di Guascogna, [[Lupo II d'Aquitania|Lupo II di Guascogna]], suo vassallo<ref name=Einhard>{{la}} [http://www.dmgh.de/de/fs1/object/display/bsb00000868_00183.html?sortIndex=010%3A050%3A0001%3A010%3A00%3A00|+Monumenta+Germaniae+historica%3A+Cronicon+Mossiacensis#ES Monumenta Germanica Historica, tomus I: Einhardi Annales, Pag 149]</ref>.
|[[Hunaldo II d'Aquitania|Hunaldo II]] || (768) || figlio di Waifer (oppure il padre di Waifer che tornò in Aquitania).
|-
|[[Carlomanno (Pipino III)|Carlomanno]]|| (768-771) || figlio di [[Pipino il Breve]], re dei Franchi; fu re dei franchi dell'Aquitania Occidentale<ref name=Fredegar/> .
|-
|[[Carlo Magno|Carlomagno]]|| (768-771) || figlio di [[Pipino il Breve]]<ref name=Mossiacensis>{{la}} [http://www.dmgh.de/de/fs1/object/display/bsb00000868_00326.html?sortIndex=010%3A050%3A0001%3A010%3A00%3A00&zoom=0.50#ES Monumenta Germanica Historica, tomus secundus: Cronicon Mossiacensis , Pag 292]</ref>, re dei Franchi; fu re dei franchi dell'Aquitania Orientale<ref name=Fredegar/>. Dal [[771]] incorporò i due regni nel regno dei Franchi<ref name=Karoli>{{la}} [http://books.google.it/books?id=WW-NO0RSd4AC&pg=PA260&dq=Catalogus+Episcoporum+Mettensium+Monumenta+Germani%C3%A6+historica&hl=it&ei=iu2mTuHwMY-5hAemuIDzDQ&sa=X&oi=book_result&ct=result&sqi=2&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false#ES Monumenta Germanica Historica, tomus secundus: Einhardi vita Karoli Magni , Pag 453]</ref>.
|-
|[[Luigi il Pio|Ludovico I]] il Pio || (781-817) || figlio di Carlomagno; re d'Aquitania. All'inizio del regno ebbe come tutori, che furono considerati alla stregua di duchi: prima [[Torsone di Tolosa]] e poi [[Guglielmo di Gellone]].
*Saverio ([[1753]]–[[1754]]), secondo figlio di [[Luigi Ferdinando di Borbone-Francia]] ([[1729]] - [[1765]])
*[[Gonzalo di Borbone-Dampierre]] ([[1972]]–[[2000]]), secondogenito di Don [[Jaime di Borbone-Spagna]], pretendente al trono francese, capo della casa di Borbone.
 
==Note==
{{references|2}}
 
== Bibliografia ==
=== Fonti primarie ===
* {{la}} [[Fredegario]], [http://www.thelatinlibrary.com/fredegarius.html FREDEGARII SCHOLASTICI CHRONICUM CUM SUIS CONTINUATORIBUS, SIVE APPENDIX AD SANCTI GREGORII EPISCOPI TURONENSIS HISTORIAM FRANCORUM].
* {{la}} [http://books.google.it/books?id=0nBZAAAAYAAJ&pg=PR97&lpg=PR97&dq=Chronico+Marcianensi+de+Sancta+Rictrude&source=bl&ots=QbNFbJ9oPr&sig=P4PF-dwlyqeS16lrfmqqoS2t6_Q&hl=it&ei=SBnATpD9K8XHsgbek9nHAw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=8&ved=0CFkQ6AEwBw#v=onepage&q=Chronico%20Marcianensi%20de%20Sancta%20Rictrude&f=false| Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus tertius].
* {{la}} [http://www.archive.org/stream/annalesmettense00simsgoog#page/n6/mode/1up Annales Mettenses Priores].
* {{la}} [http://www.archive.org/stream/annalesmettense00simsgoog#page/n6/mode/1up| Monumenta Germanica Historica, tomus secundus].
 
=== Letteratura storiografica ===
* {{cita libro|cognome= Pfister|nome= Christian |titolo=Storia del mondo medievale|anno= 1999|editore=Cambridge University Press|città= Cambridge|capitolo= La Gallia sotto i Franchi merovingi. Vicende storiche|pagine=688-711}}
* [[Carl Heinrich Becker|C.H. Becker]], "L’espansione dei saraceni in Africa e in Europa", cap. III, vol. II (''L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale'') della ''Storia del Mondo Medievale'', pp. 70-96.
* G. L. Burr, "La rivoluzione carolingia e l'intervento franco in Italia", cap. XI, vol. II (''L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale'') della ''Storia del Mondo Medievale'', pp. 336-357.
* Gerhard Seeliger, "Conquiste e incoronazione a imperatore di Carlomagno", cap. XII, vol. II (''L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale'') della ''Storia del Mondo Medievale'', pp. 358-396.
* Gerhard Seeliger, "Legislazione e governo di Carlomagno", cap. XIV, vol. II (''L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale'') della ''Storia del Mondo Medievale'', pp. 422-455.
* F. J. Foakes-Jackson, "Il papato fino a Carlomagno", cap. XV, vol. II (''L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale'') della ''Storia del Mondo Medievale'', pp. 456-476.
 
== Voci correlate ==
17 649

contributi