Nikolaj Michajlovič Karamzin: differenze tra le versioni

Nessun oggetto della modifica
}}
 
== VitaBiografia ==
Karamzin nacque nel villaggio di [[Michailovsk]], nel [[governatorato di Orenburg]], il [[1º dicembre]] [[1765]] in una famiglia della nobiltà provinciale. Suo padre era un ufficiale dell'[[esercito russo]] che lo inviò ancora giovane a [[Mosca]] daper dovecondurre poigli dovettestudi trasferirsisecondari aalla [[Sanscuola Pietroburgo]].privata di conobbeun ilprofessore poetatedesco, russoinsegnante all'[[IvanUniversità Ivanovičdi Dmitriev|Ivan DmitrievMosca]] e si mantenne facendo traduzioni di autori stranieri. Da San Pietroburgo Karamzin si trasferì successivamente a [[Simbirsk]] dove visse in totale isolamento dal mondo fino a quando non decise di affrontare nuovamente il mondo caotico di Mosca, dove, di nuovo in contatto con l'ambiente degli intellettuali, riprese la sua attività di letterato.
 
Terminati gli studi, per qualche tempo condusse una vita di stravizi finché aderì alla [[massoneria]] e fu presentato al giornalista ed editore [[Nikolaj Ivanovič Novikov]], per il quale lavorò con traduzioni di autori stranieri. Il suo primo volume è la traduzione del ''Giulio Cesare'' di [[Shakespeare]], pubblicato nel [[1787]]. Da San Pietroburgo Karamzin si trasferì successivamente a [[Simbirsk]] dove visse in totale isolamento dal mondo fino a quando non decise di affrontare nuovamente il mondo caotico di Mosca, dove, di nuovo in contatto con l'ambiente degli intellettuali, riprese la sua attività di letterato.
 
Nel [[1789]] Karamzin si decise a intraprendere un viaggio che lo avrebbe portato in [[Germania]], in [[Francia]], in [[Svizzera]] e in [[Inghilterra]].