Differenze tra le versioni di "Cupa cupa"

m
(+ tmp Strumento musicale)
m (→‎Lo strumento nella letteratura: quote->citazione using AWB)
Lo scrittore e pittore torinese [[Carlo Levi]], condannato al confino nel paese [[lucania|lucano]] di [[Aliano]] per la sua attività giornalistica contro il [[fascismo]], cita il '''Cupa cupa''' nel suo romanzo [[Cristo si è fermato a Eboli (romanzo)|Cristo si è fermato a Eboli]].
Così l'autore narra i preparativi per il [[Natale]] nel paese di [[Aliano]]:
{{quoteCitazione|[...]i ragazzi, correndo a frotte, lanciavano nell'aria nera i primi rauchi suoni dei ''cupi cupi''.
:Il ''cupo cupo'' è uno strumento rudimentale, fatto di una pentola o di una scatola di latta, con l'apertura superiore chiusa da una pelle tesa come un tamburo. in mezzo alla pelle è infisso un bastoncello di legno. Soffregando con la mano destra, in su e in giù, il bastone, si ottiene un suono basso, tremolante, oscuro, come un monotono brontolio.
:Tutti i ragazzi, nella quindicina che precede il Natale, si costruivano un ''cupo cupo'', e andavano, in gruppi, cantando su quell'unica nota di accompagnamento, delle specie di nenie, su un solo motivo.|[[Carlo Levi]]|"[[Cristo si è fermato a Eboli (romanzo)]]"}}
549 185

contributi