Differenze tra le versioni di "George Elphinstone, I visconte Keith"

m
→‎Ammiraglio: cite book/news/web -> Cita libro/news/web using AWB
m (→‎Post capitano: fix parametri in template cita using AWB)
m (→‎Ammiraglio: cite book/news/web -> Cita libro/news/web using AWB)
Tornò nel [[mar Mediterraneo]] a novembre, come comandante in capo.<ref name=odnb/> Cooperò con gli austriaci nell'assedio di [[Genova]], che si arrese il 4 giugno 1800. Subito dopo subì le conseguenze della [[battaglia di Marengo]], ed i francesi tornarono così velocemente, che l'ammiraglio fece fatica ad uscire con le proprie navi dal porto. La fine del 1801 e l'inizio dell'anno seguente servirono per portare l'esercito a salvare l'[[Egitto]] dalla Francia. Dato che la flotta nemica era chiusa in porto, l'ammiraglio britannico non ebbe modo di combattere in mare, ma fu ammirevole la scorta delle truppe e lo sbarco ad [[Abukir]].
 
Fu nominato [[barone Keith]] del [[Parìa del Regno Unito|Regno Unito]], mentre una [[Parìa d'Irlanda|baronia irlandese]] gli era stata già conferita nel 1797. Alla ripresa della guerra nel 1803 fu nominato comandante in capo del [[Mare del Nord]],<ref>{{citeCita journalpubblicazione|titolo= Lord Keith (en af Englands yppersta Amiraler)
| journal rivista= Åbo Tidning
| title = Lord Keith (en af Englands yppersta Amiraler)
|numero= 17
| journal = Åbo Tidning
| issue pp= 171–2
| pages città= 1–2Åbo
| date data= 28 febbraio 1807
| location = Åbo
| url = http://digi.lib.helsinki.fi/sanomalehti/secure/showPage.html?action=entryPage&id=414077
| date = 28 febbraio 1807
|lingua= sv
| url = http://digi.lib.helsinki.fi/sanomalehti/secure/showPage.html?action=entryPage&id=414077
| accessdate accesso=27 gennaio 2009}}</ref> carica che ricoprì fino al 1807. Nel febbraio 1812 fu nominato comandante in capo della [[Channel Fleet|Manica]], e nel 1814 fu promosso [[visconte]]. Negli ultimi suoi due comandi dovette organizzare prima la difesa contro una minaccia d'invasione, e poi gestire i movimenti di numerosi piccoli squadroni e navi corsare lungo le coste spagnole e portoghesi per proteggere il commercio.
| language = {{sv}}
| accessdate =27 gennaio 2009}}</ref> carica che ricoprì fino al 1807. Nel febbraio 1812 fu nominato comandante in capo della [[Channel Fleet|Manica]], e nel 1814 fu promosso [[visconte]]. Negli ultimi suoi due comandi dovette organizzare prima la difesa contro una minaccia d'invasione, e poi gestire i movimenti di numerosi piccoli squadroni e navi corsare lungo le coste spagnole e portoghesi per proteggere il commercio.
 
Si trovava a Plymouth quando [[Napoleone Bonaparte]] si arrese e fu portato in Inghilterra a bordo della {{nave|HMS|Bellerophon|1786|6}} da [[Frederick Lewis Maitland (retroammiraglio)|Captain Maitland]] (1777–1839). Le decisioni del [[governo del Regno Unito]] furono comunicate da Elphinstone all'ex-imperatore. Lord Keith si rifiutò di essere coinvolto nelle dispute e si limitò a dichiarare di aver ricevuto ordini a cui obbedire. Lord Keith morì nel 1823 presso il [[castello di Tulliallan]], vicino a [[Kincardine]], Fife, una sua proprietà in [[Scozia]], e fu sepolto nella locale chiesa parrocchiale.
527 998

contributi