Differenze tra le versioni di "Battaglia di Formigny"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  14 anni fa
m
link
m
m (link)
La posta in gioco era in realtà puramente economica, poiché i costi ingenti degli uomini in arme gravavano sui bilanci dei due contendenti. In aggiunta, la differenza culturale tra i francesi ed i ''Godons'' (gli inglesi che occupavano alcune regioni della Francia; a quanto pare il soprannome scaturisce dal loro modo caratteristico di pronunciare a denti stretti l'imprecazione ''God damned'') suscitò un sentimento di insofferenza nei confronti di questi ultimi. La scomparsa nel [[1435]] del reggente inglese, il duca di [[Bedford]], favorì l’insorgere di un moto nazionalista, subito represso nel sangue (la testa di un ribelle francese valeva 6 [[sterlina|sterline]], ossia 4 settimane di paga di un soldato).
 
Il conflitto tra la corona inglese e quella francese dissanguò le finanze dei due paesi: il [[28 maggio]] [[1444]] [[Carlo VII di Francia]] ed [[Enrico VI d'Inghilterra]] decisero di firmare la [[tregua di Tours]], valevole per un periodo di 5 anni, ovverosia fino al giugno [[1449]]. La posizione inglese fu però ulteriormente indebolita dal risentimento dei ''Lord'' nei confronti del re, della regina d’origine francese e del suo consigliere [[Suffolk]]. Di lì a poco l’Inghilterra sarebbe stata squassata dalla guerra civile, nota come la [[guerra delle due Roserose]] ([[1455]]-[[1485]]).
 
Nel contempo, il conestabile [[Richemont|Arthur de Richemont]] procedeva a riorganizzare l’esercito francese, creando delle compagnie d’ordinanza, e dotandolo di quella che fu la prima artiglieria da campagna; ciò grazie all’opera dei fratelli [[Bureau]] ed all’invenzione del carrello per le [[colubrina|colubrine]], ideato dal genovese [[Louis Giribaut]].
351

contributi