Differenze tra le versioni di "Afro Basaldella"

m
Corretto link alla Biennale di Venezia.
m (Corretto link alla Biennale di Venezia.)
Nel capoluogo lombardo Afro ebbe la possibilità di conoscere altri artisti italiani dell'epoca, come [[Renato Birolli|Birolli]], [[Ennio Morlotti]] e lo stesso [[Arturo Martini]].
 
Nel [[1935]] partecipò alla [[Quadriennale di Roma]]. Inoltre, in più occasioni espose le sue opere alla [[Esposizione internazionale d'arte di Venezia|Biennale di Venezia]]. Le sue prime mostre personali sono datate 1936 e 1937, e si tennero alla Galleria Cometa di [[Roma]].
 
Nel primo dopoguerra, la pittura di Afro fu definita "neocubista". Nel [[1950]], grazie alla presentazione dell'amico Corrado Cagli, Afro si recò a [[New York]], dove iniziò una collaborazione ventennale con la Catherine Viviano Gallery. Il diverso clima culturale, e la varietà della scena artistica americana, influenzarono profondamente Afro, e la sua opera si sviluppò di conseguenza, verso l'astrazione.
Sempre nel periodo [[1949]]-[[1950]], realizzò, insieme ad un autoritratto, ''Tenaglia e camera oscura'' per l'importante [[collezione Verzocchi]] di [[Forlì]], oggi alla [[Pinacoteca Civica di Forlì|Pinacoteca Civica]] di quella città.
 
Fu tra gli artisti che esposero nella mostra "The New Decade: 22 European Painters and Sculptors", presentata in varie città degli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]. I suoi lavori furono inclusi nella Documenta I, a [[Kassel]] ([[Germania]]). A metà degli [[anni 1950|anni cinquanta]], l'arte di Afro era conosciuta internazionalmente, e la sua autorevolezza fu decretato anche in Italia, nel 1955 entra a far parte della commissione per gli inviti della [[VII Quadriennale Nazionale d'Arte di Roma|VII Quadriennale di Roma]] e l'anno successivo, nel 1956, ottiene il premio per il migliore artista italiano alla [[Esposizione internazionale d'arte di Venezia|Biennale di Venezia]]; sempre nello stesso periodo aderisce al [[Gruppo degli Otto]], raccolto attorno al critico e storico dell'arte [[Lionello Venturi]].
In questi anni si consolida una sincera amicizia e stima con [[Alberto Burri]].