Scoppio respiratorio: differenze tra le versioni

m
WPCleaner v1.35 - Disambigua corretto un collegamento - Ras
m (WPCleaner v1.35 - Disambigua corretto un collegamento - Ras)
Il meccanismo mediante il quale le cellule producono specie reattive dell'ossigeno implica l'azione di un enzima chiamato [[NAD(P)H ossidasi]]; tale enzima è in grado di impiegare l'[[NADPH]] come [[riducente]] per ridurre l'ossigeno libero (O<sub>2</sub>) a superossido, il quale si combina spontaneamente con altre molecole per produrre [[Radicale libero|radicali liberi]] molto reattivi, tra i quali si trovano tra gli altri gli anioni [[idrossido]], [[perossido]], [[ipoclorito]], [[ipoiodito]] e il [[monossido di azoto]].
 
L'NAD(P)H ossidasi è un enzima [[Multimero|multimerico]] formato da varie sottounità: [[gp91-phox]], [[p22-phox]], [[p40-phox]], [[p47-phox]], [[p67-phox]], [[Rap 1A]] e [[Rac2]]; queste sottounità si trovano spesso distribuite nel [[citosol]] o unite alla membrana di granuli specifici. La gp91-phox e la p22-phox formano il complesso chiamato [[Citocromo|flavocitocromo b558]] che si trova ancorato alla membrana, mentre la phox (dall'inglese ''phagocite oxidase'') restanti e le proteine accessorie Rac2 (una [[GTPasa]]) e Rap (''[[Ras (proteina)|Ras]]-related protein 1A'': proteina legata alla RAS) si trovano nel [[citoplasma]].<ref name="ArangoC">{{cita testo |autore=Arango Rincón JC, Gámez Díaz LY, López Quintero JA. |titolo=Sistema NADPH-Oxidasa: nuevos retos y perspectivas |editore=Iatreia |volume=23 |numero=4 |pagine=362-372 |anno=2010 |pmid= |doi= }} [http://www.imbiomed.com/1/1/articulos.php?method=showDetail&id_articulo=67577&id_seccion=2272&id_ejemplar=6794&id_revista=138 Sintesi]</ref> Quando una cellula si attiva iniziando lo scoppio respiratorio l'ossidasi si ancora sulla membrana dei [[Fagosoma|fagosomi]] e comincia la sua attività. L'ossidasi estrae una coppia di [[Elettrone|elettroni]] dall'NADPH trasformandolo in NADP<sup>+</sup> e li cattura in una catena di elettroni che ha come nucleo il [[Citocromo|flavocitocromo b]](in concreto due [[Eme|gruppi eme]] e una [[Flavin adenina dinucleotide|FAD]] della gp91), fino a scaricarli su una molecola di [[ossigeno]] per formare il [[superossido]]. La reazione può riassumersi in:<ref name="GarciaT">{{cita testo |autore=García Triana BE, Saldaña Bernabeu A, García Piñeiro JC, Bastarrechea Milián M. |titolo=NADPH-Oxidasa fagocitica: componentes, ensamblaje y meccanismo de acción |editore=Rev Cubana Invest Biomed |volume=20 |numero=1 |pagine=59-63 |anno=2001 |pmid= |doi= }} [http://www.sld.cu/revistas/ibi/vol20_1_01/ibi13101.pdf Testo completo libero]</ref>