Differenze tra le versioni di "Greco nord-occidentale"

m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
Fra le caratteristiche salienti dei dialetti greci nord-occidentali, sul piano morfologico, si annoverano:
 
* il cosiddetto ''[[dativo]] etolico'' della terza declinazione, che esce in -οις, ed è praticamente un'estensione analogica del dativo dei temi in -o: ad es. : παίδοις per παισίπαισίν, φαρόντοις per φέρουσιφέρουσιν (dativo plurale del participio presente) - tuttavia in [[Elide]] sussiste una desinenza -εσσι, traccia di un probabile influsso eolico precedente (il dativo etolico, in origine tipico dell'Etolia e della Focide, si estende agli altri dialetti di nord-ovest solo in un secondo momento);
 
* la contrazione anomala -είμενος per -ούμενος nei participi dei verbi in -έω (ad es. φιλείμενος per φιλούμενος "amato").