Differenze tra le versioni di "Jakob Seisenegger"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
 
Tra il [[1530]] e il [[1531]] infatti dipinse i ritratti, ora perduti, della regina Anna e dei figli in una cornice di architetture anticheggianti che gli diedero fama di maestro della prospettiva e che furono il primo passo per il setting decisamente rinascimentale e prezioso offerto successivamente dal suo ritratto di ''Carlo V con l'alano'', dipinto durante il soggiorno del sovrano a [[Bologna]] nel [[1532]], opera ora conservata al [[Kunsthistorisches Museum]] di [[Vienna]]. Nell'armonico contrapposto della posa bilanciata, che suggerisce insieme autorità e pacatezza, dello sguardo asciutto e lontano e delle sue scelte cromatiche, questo ritratto non tardò a colpire [[Tiziano]], che lo riprese nel suo celebre ritratto del [[Prado]], lanciando così un modello di ritratto di Stato che divenne normativo per i secoli successivi.
 
==Bibliografia==
* [[Ernst Gombrich]], ''Dizionario della Pittura e dei Pittori'', Einaudi Editore, 1997
 
==Altri progetti==