Differenze tra le versioni di "Fiat Scudo"

55 byte aggiunti ,  4 anni fa
m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
Lo Scudo nacque nel [[1996]] da un progetto analogo a un altro di poco tempo prima. L'anno precedente, da una joint-venture tra il Gruppo Fiat e il [[PSA Peugeot Citroën|Gruppo PSA]] nacquero 4 [[monovolume]] di grossa taglia pressoché identiche prodotte con i marchi [[Peugeot]], [[Citroën]], [[Fiat]] e [[Lancia (azienda)|Lancia]]. Analogamente a tale progetto, si decise di utilizzare lo stesso pianale meccanico per realizzare tre veicoli commerciali, anch'essi pressoché identici tra loro, costruiti in [[Italia]] nello stabilimento [[Sevel]]. L'unico marchio che non sarebbe stato utilizzato per questi mezzi commerciali fu quello Lancia. Il modello marchiato Fiat prese appunto il nome di Scudo, ma fu prodotto e commercializzato anche come [[Citroën Jumpy]] e [[Peugeot Expert]].
 
Il veicolo ebbe un buon successo commerciale, specialmente nel nostro Paese, grazie alla capacità di abbinare compattezza e dimensioni relativamente ridotte ad una buona capacità di carico, che arrivava fino a 900  kg di carico massimo in un vano posteriore di ben 4 metri cubi di volume. Fu prodotto e venduto in molte versioni, tra cui una a telaio allungato per aumentare ancora la capienza, una versione pulmino per trasporto passeggeri a sei o nove posti (denominata ''Scudo Combinato'') e anche una versione (denominata ''Scudo Lastrato'') che prevedeva la sola cabina di guida già carrozzata ed il resto del telaio a nudo, per poter convertire il veicolo in altre versioni non ufficialmente a listino (capita infatti, anche se non spesso, di vedere versioni [[Ambulanza|ambulanziate]] o [[Camper|camperizzatecamper]]izzate dello Scudo). Inoltre disponeva del [[servosterzo]] di serie e aveva frenatura mista (freni anteriori [[freno a disco|a disco]] e posteriori [[freno a tamburo|a tamburo]]).
Tra gli optional a richiesta erano disponibili: sistema frenante con ABS, aria condizionata, alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata e fendinebbia.
=== Aggiornamenti ===
Nel [[2007]] viene presentata la seconda serie dello Scudo.
 
Completamente rinnovato come estetica, soprattutto nel frontale, e motori disponibili, la seconda generazione di sale di grado anche per quanto riguarda la portata, ora sui 1.000-1.200  kg, ed il volume di carico, da 5 a 7 metri cubi, a seconda delle varianti. Il nuovo Scudo si va a porre così in diretta concorrenza con numerosi modelli di furgoni di taglia media di altre case.
 
Il nuovo Scudo è disponibile anche a passo lungo, con vano merci di 6 metri cubi.
 
Nel [[2012]] viene sottoposto ai [[crash test]] dell'ente [[EuroNCAP]]<ref>[http://www.motori.it/tecnica/14758/euroncap-crash-test-per-i-veicoli-commerciali.html EuroNCAP: crash test per i veicoli commerciali]</ref> totalizzando il punteggio complessivo di tre stelle; in particolare l'ente valuta una sicurezza per gli adulti pari al 59%, protezioni bambini pari all'86%, investimento pedoni 26% e dispositivi di sicurezza 26%.
 
=== Motorizzazioni ===
La gamma motori è composta dal nuovo 2,0 litri HDI diesel di produzione PSA serie ''[[PSA DW|DW]]''; si tratta di un 4 cilindri common rail a 16 valvole (potenza da 120 e 136 CV) con turbo a geometria variabile, intercooler, ricircolo dei gas di scarico e due catalizzatori ossidanti. Il 2.0 era disponibile anche con il [[filtro antiparticolato]] FAP. Oltre al 2.0 è disponibile anche il piccolo 1.6 HDI diesel serie ''[[PSA DV|DV6ATED4]]'', altro motore di produzione francese, che eroga 90 cavalli e si posiziona come motorizzazione d'accesso. I motori vengono identificati dalla sigla ''Multijet'' ma in realtà sono privi del sistema di iniezione sviluppato dalla Fiat essendo tutti motori di produzione francese.
 
{|class="wikitable" cellpadding="0" cellspacing="0" style="text-align:center; font-size:91%; background-color:#ffffff "
!style="background:#DCDCDC" align="center" valign="middle" | Potenza
!style="background:#DCDCDC" align="center" valign="middle" | Coppia massima
!style="background:#DCDCDC" align="center" valign="middle" | Emissioni [[anidride carbonica|CO<sub>2</sub>]]<br /> (g/Km)
!style="background:#DCDCDC" align="center" valign="middle" | 0-1000–100&nbsp;km/h<br /> (secondi)
!style="background:#DCDCDC" align="center" valign="middle" | Velocità max<br /> (Km/h)
!style="background:#DCDCDC" align="center" valign="middle" | Consumo medio<br /> (Km/l)
|-
|'''1.6 Multijet 16V''' 90||dal debutto||4 cilindri in linea, [[Motore Diesel|Diesel]]||1.560 &nbsp;cm³||66 &nbsp;kW (90 CV)||180 N·m @1.750 giri/min||da 191 a 198||17,1||145||da 13,3 a 13,9
|-
|'''2.0 Multijet 16V''' 120||dal debutto||4 cilindri in linea, [[Motore Diesel|Diesel]]||1.997 &nbsp;cm³||88 &nbsp;kW (120 CV)||300 N·m @2.000 giri/min||da 194 a 198||12,8||160||da 13,3 a 13,9
|-
|'''2.0 Multijet Power 16V''' 140||dal debutto||4 cilindri in linea, [[Motore Diesel|Diesel]]||1.997 &nbsp;cm³||100 &nbsp;kW (136 CV)||320 N·m @2.000 giri/min||da 196 a 199||11,6||170||da 13,2 a 13,5
|-
|}
 
== Collegamenti esterni ==
* [{{cita web|http://www.fiatprofessional.it/it/Modelli/Scudo_Furgone |Scudo Furgone sul sito Fiat Professional]}}
* [{{cita web|http://it.euroncap.com/it/results/fiat/scudo/502.aspx |Crash-test EuroNCAP 2012]}}
 
{{Fiat}}
2 716 391

contributi