Differenze tra le versioni di "Musone (Veneto)"

m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
m (spazio indivisibile)
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
 
== Percorso ==
Si origina in località Casonetto, nei pressi di [[Pagnano (Asolo)|Pagnano]] di [[Asolo]], dall'unione del Muson di Monfumo e del Muson di Castelcucco. Il primo, lungo 6,14  km, nasce in comune di [[Maser (Italia)|Maser]] dalla sorgente detta Gorgo del Tinazzo ma scorre prevalentemente in comune di [[Monfumo]]; dopo aver ridisceso il versante settentrionale dei [[colli Asolani]], scorre verso sudovest lambendo i piedi della stessa catena. L'altro, di 5,80  km, nasce alle pendici dell'omonimo colle nei pressi di [[Castelcucco]] e scorre quasi esclusivamente all'interno di questo comune.
 
Dopo aver lambito Pagnano, giunge in pianura e a [[Spineda (Riese Pio X)|Spineda]] accoglie le acque del [[Lastego]]. Procede poi per [[Loria]], [[Poggiana]], [[Castello di Godego]] e [[Villarazzo]]. A [[Castelfranco Veneto]] le sue acque sono incanalate nel [[Muson dei Sassi]].
Asolo e aver ricevuto le acque di molti torrenti di risorgiva, si sarebbe
diretto verso Castelfranco, Camposampiero, Salzano e Mestre per poi sfociare in
laguna nei pressi di S. Giuliano.
 
Il Gallo
naturale tra il territorio padovano e trevigiano; di questa sua importanza si
hanno testimonianze molto antiche, la meno recente risale all’872, quando
l’imperatore Ottone I donò dei territori al monastero di Candido.
 
Lungo il
dalla terraferma, però la laguna rischiava di venire interrata a causa dei
detriti portati dai numerosi fiumi. Ciò indusse la Serenissima a deviare il
corso di ben sette fiumi.
 
Quando,
fiume. Dopo diversi sopralluoghi riproposero l’idea del Gallesi (di inizio
1611) che consisteva nel deviare il fiume partendo dai “pradi sotto Castel
Franco per pertiche 550 in circa di sopra le Tezze del Muro di Ca’ Corner”.
 
Quindi si
Mirano di Sotto e Scaltenigo scrissero una supplica al Collegio delle Acque
sottolineando come il fiume danneggiasse i terreni “essendo quasi perduto
l’alveo correndo un secolo che non fu escavato”.
 
Circa un
ci fu l’ultima escavazione del Muson Vecchio. Ciononostante il fiume disalveò
ancora diverse volte soprattutto a causa dell’enorme mole d’acqua proveniente
dal Brenta.
 
Una tra
 
== Collegamenti esterni ==
*[{{cita web|http://www.poggianadiriese.it/origine/muson2.htm |Muson]}}
 
[[Categoria:Fiumi della provincia di Treviso]]
2 716 624

contributi