Geografia della Corea del Sud: differenze tra le versioni

m
apostrofo tipografico
(+NN)
m (apostrofo tipografico)
 
==Morfologia==
Geologicamente, la Corea del Sud è costituita in gran parte da rocce precambriane (risalenti a oltre 540 milioni di anni fa) quali graniti e gneiss. Il Paese è prevalentemente montuoso, con piccole vallate e strette pianure costiere. I [[Monti Taebaek|monti T’aebaek]] corrono in direzione grossomodo nord-sud lungo la linea costiera orientale e si spingono verso nord fin nella Corea del Nord, formando la linea spartiacque del Paese. Da essi si diramano alcune catene montuose disposte lungo un asse nord-est/sud-ovest. La più importante tra queste è quella dei [[monti Sobaek]], che si snodano attraverso la penisola creando una sorta di «S» allungata. Nessuna montagna della Corea del Sud raggiunge altezze considerevoli: i monti T’aebaekT'aebaek culminano con i 1708 m del monte Sŏrak nel nord-est, e i [[monti Sobaek]] culminano con i 1915 m del [[Jirisan|monte Chiri]]. La cima più elevata della Corea del Sud, vale a dire il [[monte Halla]], un [[vulcano]] spento, sull'[[Jeju-do|isola di Cheju]], raggiunge i 1950 m sul livello del mare.
 
Alla Corea del Sud appartengono due isole vulcaniche - Cheju (Jeju), al largo dell'estremità meridionale della penisola, e [[Ulleungdo|Ullŭng]], circa 140 km a est del continente nel mare Orientale - e un altopiano di lava di dimensioni contenute nella provincia del [[Kangwon|Kangwŏn]]. Inoltre, la Corea del Sud rivendica e occupa un gruppo di isolette rocciose - note variamente come rocce di Liancourt, isole Tok (Dok; in coreano) o isole Take (in giapponese) - circa 85 km a sud-est dell'isola di Ullŭng; queste isolette sono rivendicate anche dal [[Giappone]].
 
Lungo il corso inferiore dei principali fiumi del Paese si trovano pianure abbastanza estese. Il litorale costiero orientale è relativamente diritto, mentre quelli occidentale e meridionale presentano una serie estremamente complessa di ''rías'' (insenature frastagliate) con molte isole. Le acque poco profonde del [[mar Giallo]] e la complessa struttura costiera coreana danno luogo ad alcune tra le maree più alte del mondo - fino a un massimo di 9 m a Inch’ŏnInch'ŏn (Incheon), la porta d'ingresso di [[Seoul]].
 
==Idrografia==
I tre fiumi principali della Corea del Sud, lo Han, il Kŭm e il Naktong, hanno tutti le loro sorgenti sui monti T’aebaekT'aebaek, e scorrono tra le catene montuose prima di raggiungere le pianure. Quasi tutti i fiumi del Paese scorrono verso ovest o verso sud per sfociare nel [[mar Giallo]] o nel mar [[Cina|Cinese]] orientale; solamente pochi fiumi brevi e veloci scorrono verso est dai monti T’aebaekT'aebaek. Il [[Nakdong (fiume)|fiume Naktong]], il più lungo della Corea del Sud, scorre verso sud per 523 km prima di sfociare nello [[stretto di Corea]]. La portata di questi fiumi è altamente variabile, essendo maggiore durante gli umidi mesi estivi e considerevolmente inferiore negli inverni relativamente secchi.
 
==Suoli==
Il clima della Corea del Sud è caratterizzato da un inverno freddo e relativamente secco e da un'estate calda e umida. In inverno le temperature mensili medie minime scendono sotto lo zero tranne che lungo la costa meridionale. La temperatura media di gennaio a Seoul è di circa -5 °C, mentre a [[Pusan]] (Busan), sulla costa sud-orientale, è di circa 2 °C. Al contrario, le temperature estive sono relativamente uniformi in tutto il Paese; la temperatura mensile media di agosto (il mese più caldo) raggiunge al massimo i 25 °C circa.
 
Le precipitazioni annue variano tra i 900 e i 1500 mm sul continente. [[Taegu]], sulla costa orientale, è la regione meno piovosa, mentre la costa meridionale è quella più umida; nella parte meridionale dell'[[Jeju-do|isola di Cheju]] cadono annualmente oltre 1800 mm di pioggia. Fino a tre quinti delle precipitazioni annue cadono tra giugno e agosto, durante il monsone estivo, e la distribuzione annuale delle precipitazioni è ancora più marcata nell'estremo sud del Paese. Occasionalmente, a fine estate, i tifoni ([[Ciclone tropicale|cicloni tropicali]]) possono causare forti acquazzoni e tempeste lungo la costa meridionale. In inverno le precipitazioni cadono per lo più sotto forma di neve, e le nevicate più pesanti cadono sui monti T’aebaekT'aebaek. I giorni liberi dal gelo variano da un minimo di 170 sugli altopiani settentrionali a oltre 240 sull'isola di Cheju.
 
{|class=wikitable width=60%
1 179 265

contributi