Differenze tra le versioni di "Battaglia dei nobili"

m (→‎Conseguenze: Correggo errore di battitura)
== Panoramica ==
{{Vedi anche|Grande rivolta berbera}}
Il [[Maghreb]] nei primi anni del secolo VIII era sotto il governo degli [[Omayyadi]]. La grande rivolta berbera era scoppiatascoppiò nei primi mesi del 740 in Marocco occidentale, in risposta alle oppressive e ingiuste tasse imposte ai berberi,anche quelli convertiti all'[[islam]], dal governatore [[Ubayd Allah ibn al-Habhab]] di [[Qayrawan]], governatore dell'[[Ifriqiya]], del Maghreb e [[al-Andalus]]. La ribellione berbera è statavenne ispirata dai predicatori [[Kharigismo|kharigiti]] della setta [[sufriti|sufrita]], che prometteva un nuovo ordine islamico puritano, senza discriminazione su base etnica o tribale, una prospettiva attraente per i [[berberi]].
 
La rivolta iniziàìòiniziò sotto la guida del capo berbero [[Maysara al-Matghari]]. I ribelli berberi conquistarono [[Tangeri]] e gran parte del [[Marocco]] occidentale nella tarda estate del 740.
 
I Berberi avevano pianificato con attenzione la loro rivolta. Il grosso dell'esercito arabo-ifriqiyano, sotto il comando del generale [[Habib ibn Abi Ubayda al-Fihri]], era in quel momento all'estero, in una spedizione per [[Conquista islamica della Sicilia|conquistare la Sicilia]]. Il governatore Ubayd Allah ibn al-Habhab inviò istruzioni ordinando a Habib di interrompere la spedizione e tornare con l'esercito in [[nordafrica]], ma questo richiedeva del tempo. Così, nel frattempo, Ubayd Allah assemblò una colonna di cavalleria pesante composto da gran parte dell'élite aristocratica di Qayrawan, e lo mise sotto il comando di [[Khalid ibn Abi Habib al-Fihri]] (probabilmente il fratello di Habib). Questa colonna venne mandata subito a Tangeri con l'obiettivo di prendere tempo e rallentare i berberi, nell'attesa dell'arrivo della spedizione siciliana. Un secondo, più piccolo esercito di riserva, sotto [[Abd al-Rahman ibn al-Mughira al-Adhari]], venne inviato a [[Tlemcen]], incaricato di fronteggiare i ribelli, nel caso in cui fossero riusciti a penetrare nel [[al-Maghreb al-Awsaṭ|Maghreb centrale]].
4 843

contributi